Home FISCO L’Assegno unico di 250 euro è in Gazzetta Ufficiale. L’importo teorico parametrato...

L’Assegno unico di 250 euro è in Gazzetta Ufficiale. L’importo teorico parametrato all’ISEE. Spetta anche agli rdc

97
0
#pinomerola

Arriva in Gazzetta Ufficiale la legge delega per l’assegno unico di euro 250 mensile per ogni figlio a carico dal 7° mese di gravidanza fino a 21 anni (dopo 18 anni occorre dimostrare di seguire un corso di laurea, o altro corso di formazione o tirocino).

Pubblicata quindi sulla GU n. 82 del 6/04/2021 la Legge n. 46 del 1/04/2021, che introduce l’assegno unico universale spettante per ogni figlio, sia a favore dei dipendenti, anche incapienti, sia dei lavoratori autonomi.

Hanno diritto all’assegno unico i nuclei familiari con figli a carico, a decorrere dal 7° mese di gravidanza e fino al 21° anno di età; l’ammontare è parametrato  in base all’indicatore ISEE (al salire dell’indicatore diminuisce l’assegno da 250 euro).

Spetta anche coloro che ricevono  il reddito di cittadinanza.

A DIFFERENZA DEGLI ASSEGNI FAMILIARI, SPETTA AI DIPENDENTI, AI TITOLARI DI PARTITA IVA, AI DIPENDENTI INCAPIENTI.

iL NUOVO ASSEGNO UNICO UNIVERSARE SPETTA QUINDI:

AI NUCLEI FAMILIARI DI lavoratori dipendenti ed autonomi PER OGNI FIGLIO FINO A 21 ANNI.

CON OGNI PROBABILITA’ L’ASSEGNO UNICO ENTRERA’ IN VIGORE DAL 1° LUGLIO 2021.

Il nuovo assegno unico andrà a sostituire ogni bonus attualmente in essere per natalità, genitorialità e occupazione, incluso l’assegno per il nucleo familiare.
L’assegno, individuato nella sua misura in base all’ISEE, sarà erogato con cadenza mensile dal prossimo 1° luglio per ciascun figlio da 0 fino ai 21 anni di età.

Chi sono i fruitori:

1) Avranno diritto all’assegno unico universale mensilmente e per ogni figlio, ai lavoratori dipendenti con cittadinanza italiana o di uno stato membro dell’Unione europea, o suo familiare, titolare di permesso di soggiorno lungo ,  ovvero essere cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione europea in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o del permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno annuale;
2) IL PERCIPIENTE DOVRA’ ESSERE ASSOGGETTATO A IRPEF ANCHE SE INCAPIENTE;
3) essere residente con I FIGLI PER CUI SI USUFRUISCE DELL’ASSEGNO UNICO, domiciliati insieme e nel territorio italiano;
4) essere residente in Italia da almeno due anni sia pur non continuativi, ed essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno biennale.

Modalità di erogazione

L’assegno può essere fruito nelle modalità ordinarie di erogazione mensile con accredito o per esempio quale credito di imposta, come per gli autonomi che versano all’INPS, DECURTANDO L’ASSEGNO UNICO PER I FIGLI. L’Assegno unico è compatibile con altre misure regionali simili.
L’assegno unico universale mensile spetta:
– per ciascun figlio minorenne a carico, a decorrere dal 7° mese di gravidanza e fino al 21° anno di età quando a carico senza redditi superiori al limite oggi a 2840,51 euro;
– per i figli successivi al secondo, all’importo dell’assegno viene applicata una maggiorazione.
– per ciascun figlio maggiorenne a carico, fino a 21 anni, quando dopo i 18 anni segua una formazione scolastica professionale, corso di laurea, tirocinio, oppure, come detto, con attività lavorativa limitata con reddito complessivo inferiore a un determinato importo annuale, purchè registrato come disoccupato e in cerca di lavoro presso un centro per l’impiego o un’agenzia per il lavoro o in corso di svolgimento del servizio civile universale.

Maggiorazioni spettanti

E’ previsto la maggiorazione dell’assegno unico:
– a favore delle madri singole di età inferiore a 21 anni;
– per i figli con disabilità dal 30 al 50% rispetto alla base di 250 euro.
Inoltre, qualora il figlio con disabilità risulti ancora a carico dopo il compimento del ventunesimo anno di età, l’assegno potrà continuare ad essere erogato, ma senza maggiorazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui