Home NEWS Sport bonus: prima tranche di domande entro il 4 luglio

Sport bonus: prima tranche di domande entro il 4 luglio

L’articolo 1, commi da 621 a 626, L. 145/2018 ha istituito il credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro effettuate da persone fisiche, enti non commerciali e soggetti titolari di reddito d’impresa, per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche, anche se destinate ai soggetti concessionari o affidatari (c.d. Sport Bonus). Con il D.P.C.M. 30.04.2019, pubblicato in GU n. 124 del 29 maggio 2019, sono state in seguito stabilite le disposizioni attuative.

Il credito d’imposta, riconosciuto nella misura del 65% delle erogazioni liberali in denaro effettuate nel corso dell’anno solare 2019, spetta:

  • alle persone fisiche e agli enti non commerciali nel limite del 20% del reddito imponibile;
  • ai soggetti titolari di reddito d’impresa nel limite del 10 per mille dei ricavi annui;
  • è ripartito in tre quote annuali di pari importo.

Ai fini del riconoscimento del beneficio, le erogazioni liberali devono essere effettuate avvalendosi esclusivamente dei seguenti sistemi di pagamento: bonifico bancario; bollettino postale; carte di debito, carte di credito e prepagate; assegni bancari circolari.

Per le persone fisiche e gli enti che non esercitano attività commerciali il credito d’imposta deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta 2019 ed è utilizzabile esclusivamente in diminuzione delle imposte dovute in base a tale dichiarazione; tale credito non è cumulabile con altre agevolazioni fiscali a fronte delle medesime erogazioni.

I soggetti titolari di reddito di impresa,

 » Read More

Condividi:
Share