Comunicato INPS del 10 luglio 2013

L’nvio dei dati reddituali da inoltrare all’INPS slitta al 31 ottobre 2013. Con la nota di oggi, l’Istituto ha comunicato la proroga dell’invio del modello RED al 31.10.2013.

1. GLI OBBLIGATI ALLA DICHIARAZIONE RED.

I titolari di trattamenti previdenziali o assistenziali percettori di assegno di invalidità, invalidità civile, i pensionati sociali, o titolari di una pensione di reversibilità nonché coloro che hanno pensioni integrate al minimo devono comunicare, ogni anno, i propri dati reddituali, del coniuge e dei figli, anche se non si possiedono altri redditi oltre alla pensione.

2. PROROGA dichiarazione RED al 31-10-2013.

Al fine di agevolare gli iscritti,  ed in considerazione della concomitanza con altri adempimenti di natura fiscale, e del periodo feriale, l’Istituto ha ritenuto opportuno rinviare “i termini indicati” nelle lettere inviate per sollecitare l’invio dei dati reddituali, ai fini delle verifiche, ed allo scopo di determinare la spettanza delle indennità pensionistiche erogate.

3. DECADENZA DALLA PENSIONE.

La comunicazione potrà essere inviate utilmente entro il 31 ottobre 2013; dai Caf, Patronati (per i Red esteri) o, tramite proprio  “Pin” direttamente all’Istituto.

Agli inadempienti, sarà sospesa l’indennità pensionistica.

Inoltre dopo l’invio del modello, l’INPS verificherà se i soggetti beneficiari del trattamento abbiano superato i limiti di reddito posseduti, e nel caso sospenderne l’erogazione.

4. RICHIESTE SPEDIZIONI.

In questo periodo sono in spedizione le richieste di dichiarazioni reddituali RED, ai titolari di trattamenti pensionistici legati al reddito, e le richieste di dichiarazione ai fini dell’accertamento dei requisiti delle prestazioni collegate all’invalidità civile.

5. MODALITA’ DÌ TRASMISSIONE.

Per la trasmissione delle dichiarazioni all’Inps, gli interessati potranno rivolgersi ad un Centro di Assistenza Fiscale o a un professionista abilitato, oppure farlo da soli utilizzando  la procedura online disponibile sul sito dell’Istituto. I modelli Red esteri potranno essere trasmessi all’INPS tramite i patronati o direttamente dall’interessato tramite l’acquisizione del codice PIN personale.

Fonte: www.inps.it

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here