Home NEWS I danni dall’aumento dell’Iva spiegati da un imprenditore

I danni dall’aumento dell’Iva spiegati da un imprenditore

0
I danni dall’aumento dell’Iva spiegati da un imprenditore

Dal 1/1/2020 l’iva dal
22 passa al 25,20. Stavolta sarà più difficile bloccare la clausola di salvaguardia a meno che non si aumentano le tasse sulla casa.
Il governo, diciamo alla verità ha speso soldi in deficit contro il volere dell’europa senza che abbiamo innescato la crescita (pari a zero nel secondo trimestre).
Quindi quota 100 di pensione e reddito di cittadinanza e forfettari a 65.000 saranno i primi a dover pagare i regali di Salvini e Di Maio.

Con l’iva Aumentata si avrebbe un ulteriore effetto depressivo sui consumi con conseguenze negative per le aziende (oltre il 75% del totale) che operano nel mercato domestico” risponde Daniele Vaccarino, imprenditore metalmeccanico e presidente di Cna, nell’intervista al Sole 24 Ore in edicola. Per poi aggiungere che “le imprese sono il motore della crescita, e pertanto debbono tornare al centro della politica economica, soprattutto le aziende artigiane, micro e piccole”.

Non ha dubbi poi, Vaccarino, nell’indicare che occorre “concentrare sforzi e risorse per migliorare redditività e produttività,

 » Read More

(Visited 1 times, 1 visits today)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here