Home FAC SIMILE Finanziamento privato a società

Finanziamento privato a società

3001
0

In un periodo così nero , finanziariamente parlando, dovuto al covid 19, in cui lo Stato non ha saputo supportare le aziende in perdita, in attesa di banche e sussidi SI RICORRE SEMPRE DI PIÙ AI PRESTITI PRIVATI TRA SOCIETÀ O TRA PERSONA ANCHE NON SOCIA E SOCIETÀ.

Parliamo di un finanziamento erogato a delle società che non siano nè banche nè società finanziarie.

In linea generale, tale tipologia di soggetti non possono ricevere prestiti da privati, in quanto NON gli è consentito effettuare raccolta di risparmio tra il pubblico. Quindi ordinariamente questa potrà ricevere finanziamento esclusivamente da Banche e Finanziarie.

La Legge bancaria infatti prescrive che le società di capitali – che chiaramente non esercitano l’attività di operatore finanziario – possono acquisire finanziamento o prestito esclusivamente dagli operatori professionali; e quindi non gli sarebbe permesso effettuare raccolta di risparmio TRA IL PUBBLICO (come le banche).

MA FORTUNATAMENTE CI SONO ECCEZIONI.

A tale divieto, INFATTI, si contrappone la delibera CICR della Banca d’Italia che PRESCRIVE:

1) …. omissis ….

2) Che non costituisce (da parte della società) RACCOLTA DI RISPARMIO TRA IL PUBBLICO l’acquisizione di un finanziamento ricevuto da un “terzo” privato NON SOCIO, quando questo risulti da REGOLARE contratto di FINANZIAMENTO stipulato mediante trattative private in cui sia ne indicata «natura e destinazione».

Qui vi proponiamo UN MODELLO DI CONTRATTO DI FINANZIAMENTO unico nel suo genere – stipulato da societa’ s.r.l. immobiliare e un “privato terzo non socio”, dove la società riceve in prestito la somma di euro 200.000 per investimenti e ripiano perdite da Covid 19.

TUTTO CIO’ E’ LEGALE E IL DEBITO CONTRATTO DOVRA’ ESSERE REGISTRATO NEL GIORNALE SOCIETARIO QUALE DEBITO VERSO TERZI NON SOCI PER FINANZIAMENTO FINALIZZATO.

SCARICA SUBITO IL PREZIOSO MODELLO DI CONTRATTO DI FINANZIAMENTO TRA UNA SOCIETA’ E UN TERZO PRIVATO NON SOCIO.

garanzia dell’acquisto con formula soddisfatto o rimborsato.