AGEVOLAZIONI LEGGE DI BILANCIO 2018 NEWS

Bonus Stradivari 2018: a chi spetta e come funziona?

La Legge di Bilancio 2018 ha proroga anche per il corrente anno la possibilità di beneficiare del Bonus Stradivari per richiedere lo sconto per l’acquisto di strumenti musicali.
La fonte normativa a cui fare riferimento per ottenere informazioni dettagliate in merito a chi spetta e come funziona è il provvedimento del 15 maggio 2017 (Prot. n. 50771) emanato dall’Agenzia delle Entrate, nel quale viene definita ed individuata la platea dei soggetti ammessi e le modalità di fruizione del Bonus Stradivari che del credito d’imposta spettante all’esercente commerciale. Vediamo a chi spetta e come funziona.
Bonus Stradivari 2018: a chi spetta?
La Legge di Bilancio 2018 ha prorogato anche per il corrente anno la possibilità di beneficiare del Bonus Stradivari con la previsione di fruire dell’attribuzione del contributo una tantum, finalizzato all’acquisto di uno strumento musicale nuovo, coerente con il corso di studi, anticipato dal rivenditore o produttore sotto forma di sconto sul prezzo di vendita.
Si tratta di un contributo una tantum spettante agli studenti in regola con il pagamento delle tasse dovute per l’iscrizione all’anno scolastico 2017-2018 ai licei musicali, ai corsi pre-accademici, ai corsi del precedente ordinamento e ai corsi di diploma di I e di II livello dei conservatori di musica, degli istituti superiori di studi musicali e delle istituzioni di formazione musicale e coreutica autorizzate a rilasciare titoli di alta formazione artistica, musicale e coreutica.
Per quali strumenti musicali spetta il Bonus Stradivari 2018?
Il Bonus Stradivari 2018 è concesso per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo, coerente con il corso di studi cui è iscritto lo studente e deve essere compreso nell’elenco sotto riportato e sia coerente con il corso di studi ai quali lo studente è iscritto.

  1. Arpa diatonica
  2. Arpa rinascimentale barocca
  3. Basso Elettrico
  4. Basso tuba
  5. Batteria e Percussioni Jazz Batteria, strumenti a percussione (vari)
  6. Pianoforte
  7. Canto jazz Pianoforte, Microfoni, Amplificatori
  8. Chitarra classica
  9. Chitarra Jazz Chitarra acustica / Chitarra elettrica
  10. Clarinetto (varie taglie)
  11. Corno di bassetto
  12. Clarinetto Jazz
  13. Clarinetto storico (barocco e classico)
  14. Clavicembalo
  15. Fortepiano
  16. Software dedicato (campionatori, librerie suoni, sequencer), software di videoscrittura musicale, ecc
  17. Hardware: mixer e macchine analogiche personal computer, Pianoforte
  18. Contrabbasso
  19. Contrabbasso Jazz Contrabbasso acustico /Contrabbasso elettrico
  20. Cornetto
  21. Corno
  22. Corno naturale
  23. Didattica della musica
  24. Direzione di coro e composizione corale
  25. Eufonio
  26. Fagotto, Controfagotto
  27. Fagotto barocco
  28. Fisarmonica Fisarmonica e affini (Bandoneon, Bajan)
  29. Flauto traverso (varie taglie), Ottavino
  30. Flauto dolce (varie taglie)
  31. Flauto traversiere
  32. Liuto (varie dimensioni e ordini di corde)
  33. Maestro collaboratore Pianoforte
  34. Mandolino
  35. Musica Elettronica
  36. Musiche tradizionali Strumenti di tradizione etnica
  37. Oboe, Corno inglese
  38. Oboe barocco e classico
  39. Organo digitale
  40. Organo elettrico
  41. Organo e composizione organisticaP.O.
  42. Organo e musica liturgica
  43. Pianoforte Pianoforte, Pianoforte elettronico, Pianoforte elettrico Pianoforte Jazz
  44. Popular music Strumenti vari
  45. Saxofono Jazz
  46. Strumentazione per orchestra di fiati
  47. Strumenti a percussione (tutti quelli previsti dai corsi di studio)
  48. Tastiere elettroniche Pianoforte elettronico
  49. Tromba e trombone
  50. Tromba Jazz
  51. Tromba rinascimentale e barocca
  52. Trombone Jazz
  53. Trombone rinascimentale e barocco
  54. Viola
  55. Viola da gamba
  56. Violino
  57. Violino barocco
  58. Violino Jazz, Violino elettrico
  59. Violoncello
  60. Violoncello barocco

Bonus Stradivarius 2018: come funziona?
Per accedere al Bonus Stradivarius 2018 erogato sotto forma di sconto sul prezzo di vendita comprensivo di IVA, praticato dal rivenditore o produttore, lo studente deve richiedere alla struttura scolastica presso la quale è iscritto un certificato d’iscrizione da cui risulti il suo cognome, nome, codice fiscale, corso e anno di iscrizione nonché lo strumento musicale coerente con il corso di studi.
Il certificato attesta la sussistenza dei requisiti per fruire del contributo; si ricorda che il certificato è predisposto in duplice esemplare di cui uno conservato dall’emittente e uno rilasciato allo studente, il quale è tenuto a consegnarlo al produttore o al rivenditore al momento dell’acquisto dello strumento.
Credito d’imposta riconosciuto all’esercente
Ai rivenditori o ai produttori degli strumenti musicali è riconosciuto un credito d’imposta di ammontare pari al contributo riconosciuto agli studenti sotto forma di sconto.
Per fruire del credito d’imposta, il rivenditore o produttore è tenuto a comunicare all’Agenzia delle entrate i seguenti dati: il proprio codice fiscale, quello dello studente e dell’istituto che ha rilasciato il certificato di iscrizione, lo strumento musicale, il prezzo di vendita comprensivo del contributo e dell’IVA.

Condividi:
Share
Share