Bonus 110% .

IL SUPER BONUS Introdotto dal dl rilancio della DA DIRITTO A UNA DETRAZIONE FISCALE SUPERIORE ALLA SPESA SOSTENUTA,  PER LAVORI DI RISPARMIO ENERGETICO E LAVORI PER LA MESSA IN SICUREZZA SISMICA. GLI IMMOBILI INTERESSATI SONO ABITAZIONI PRIMA CASA, INCLUSE IN EDIFICI, MA NON CASE ISOLATE, VILLE E SIMILI.

FACENDO UN ESEMPIO BANALE SI SPENDE 50.000 euro per rifacimento del cappotto termico e si avrà diritto a un credito di imposta di 55.000 euro da scontare dall’IRPEF per 5 anni = 11.000 euro annui.

La norma ha previsto anche una soluzione molto appetibile dai proprietari e poco appetibile dalle imprese edili, ossia lo sconto in fattura.

infatti nel momento in cui l’impresa emette fattura per 50.000 euro a debito del proprietario potrebbe accettare di detrarre il credito di imposta di 50.000 euro che acquisisce dal proprietario e quindi in fattura si vedrà un saldo a pagare pari a ‘Zero‘.

L’impresa che acquisisce il credito di imposta potrà usarlo per compensazione di debiti in f24, cederlo a terzi dietro pagamento , o alle banche che corrisponderanno il controvalore. (Ovviamente prima di fare ciò i lavori dovranno essere certificati sia nel diritto al credito, sia a livello autorizzato.

Risulta chiaro però che bisogna incaricare un’azienda solida finanziariamente perché in caso contrario non potrà anticipare i costi di costruzioni, materiali e dipendenti.

Una delle poche norme che faranno schizzare lo prodotto della imprese edili … un bazooka economico …

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here