Home NEWS PD-PDL "Se stiamo insieme ci sarà un perchè".

PD-PDL "Se stiamo insieme ci sarà un perchè".

80
0
GIUSEPPE MEROLA - COMMERCIALISTA-R.C. - SAPRI - contatti wa: +393396942105

“In Italia rischi crescenti per l’obiettivo disavanzo al 2,9% del Pil» è quanto ha comunicato la BCE nel bollettino mensile sulla situazione finanziaria dei Paesi Ue. Letta ha comunicato che l’Italia non sforerà il 3% del disavanzo.
Il governo non cadrà, PD-PDL cantano “se stiamo insieme ci sarà un perchè”.
L’aumento considerevole del fabbisogno finanziario, cresciuto fino a 51 miliardi a luglio 2013 rispetto ai quasi 28 miliardi del luglio 2012, pone in evidenza il forte rischio di sforamento del disavanzo il cui obiettivo delle amministrazioni pubbliche del 2013 è fissato al 2,9% del Pil».
La BCE sottolinea che il peggioramento è scaturito dall’ erogazione del sostegno al settore finanze e al rimborso di
arretrati.
o
Letta dal canto suo, ribadisce che l’Italia non sforerà il 3% del rapporto deficit/pil. Con questi mega-importi sarà difficile mantenere l’impegno anche per l’instabilità politica tuttora in essere, che almeno ci fanno bere, per la quale nessuno sembra preoccuparsi TROPPO COMPRESO LETTA.
La sensazione è che i due partiti della grande coalizione facciano scena, e si guardino in cagnesco solo per far piacere ai propri elettori, ma è palese che solo “i polli” possono pensare che entrambi non hanno i propri buoni motivi per non lasciare il timone, vedi MPS per il PD, e la decadenza di Berlusconi.
Il governo non cadrà, e non per il bene del Paese…
Ma l’era capponica è quasi finita, i media controllati al 90% dal cav stanno crollando, la gente si aggiorna, si informa da più campane, vuole i fatti non le sceneggiate napoletane.
Re Giorgio dovrebbe farsene una ragione.

Condividi:
Share

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui