Ritorniamo alla lira per un Paese da ricostruire

3

ritorno alla lira prevenzione rischio frane terremotiRitorno alla lira
E poteri alle regioni
Adesso


A questo punto del debito meglio ritornare subito alla nuova lira …
Qui c’é un Paese che ha bisogno di 100 miliardi per essere ricostruito:
– Paesi intorno a L’Aquila dove  la gente ancora abita nelle case in legno; Amatrice e gli altri paesi del terremoto del 2016 e molti altri;
– Rete viaria e ferroviaria da ricontrollare globalmente in funzione dei mutamenti geomorfologici dell’instabile territorio italiano e dei mutamenti climatici per evitare frane e smottamenti  che si verificano con una frequenza inaudita;
– Un sistema di welfare da rivedere nella sua interezza; penalizza i più deboli e tutela i furbi;
Edifici scolastici, ospedali vetusti e a rischio sismico …. e ne sono venuti giù come Sant’Angelo Le Fratte ….
E noi facciamo la manovra per il reddito di cittadinanza , che, per inciso, nessuno percepirà e se lo percepirà non gli sarà utile per il futuro ;
Ma mi facciamo il piacere … abbiamo dei politici che fanno rimpiangere gli ovini .
Se non ci sta bene l’euro é inutile che sbattiamo contro i muri di gomma …
Prima ripartiamo. Prima arriviamo, c’é un Paese da ricostruire
Ritorno alla lira
E poteri alle regioni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here