Immobili iscritti al costo

13

Investimenti immobiliari in bilancio con iscrizione al costo di acquisto.

Le modalità di contabilizzazione degli immobili.

Dopo l’aggiormanento del principio contabile nazionale OIC 16 riguardante le immobilizzazioni materiali, ancora restano rilevanti differenze rispetto alle regole previste dai principi internazionali.

L’investimento immobiliare per lo IAS 40, INIZIALMENTE VA ISCRITTO AL COSTO DI ACQUISTO, per poi valutarlo in un momento successivo con opzione al:

1) fair value valore di mercato;
2) o lasciarlo al costo.

Tale opzione contemplata dallo IAS 40 è VINCOLANTE PER TUTTI GLI IMMOBILI AZIENDALI.

IAS 40 PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI ISCRIZIONE INVESTIMENTI PER IMMOBILI
In particolare, per il principio contabile internazionale, con la contabilizzazione al costo – analogamente a quanto previsto dagli Oic – l’immobile all’atto dell’acquisto viene iscritto in bilancio al costo al netto degli ammortamenti effettuati e delle perdite subite sull’immobile per riduzione permanente (durevole) del valore DI MERCATO, da iscrivere in conto economico tra i costi di esercizio.

Di contro , lo IAS 40 dice che la valutazione al fair value dell’immobile alla data di riferimento del bilancio, gli utili e le perdite derivanti dalla valutazione al fair value (come differenza rispetto al costo di acquisto) sono imputati a conto economico mentre gli ammortamenti non vanno rilevati.

OIC 16 PRINCIPI CONTABILI ISCRIZIONE INVESTIMENTI PER IMMOBILI
Per l’OIC 16 – che fa capo ai principi contabili italiani, gli immobili strumentali possono essere iscritti solo al costo – con la sola eventuale rivalutazione in forza di specifiche previsioni legislative – e sono sempre soggetti ad ammortamento, ossia il valore da iscrivere è da effettuarsi al netto degli ammortamenti dedotti.

(Visited 1 times, 1 visits today)

_________________________________

_________________________________



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here