Modello Redditi PF 2018: scadenza e istruzioni

32

Con Provvedimento del 30 gennaio 2018 Agenzia delle Entrate ha fissato le istruzioni e tra le prime novità concernenti la Dichiarazione dei redditi 2018 vi è la scadenza e le novità in merito al nuovo limite di detrazione delle spese scolastiche ed alle nuove percentuali di detrazione di Ecobonus e Sismabonus per i lavori svolti nei condomini. La Legge di Bilancio ha fissato il termine per la trasmissione del modello Redditi PF al 31 ottobre 2018.
Modello Redditi PF 2018: Istruzioni
Con Provvedimento del 30 gennaio 2018, il Fisco italiano ha fissato le istruzioni concernenti il Modello Redditi 2018 in tre distinti fascicoli:

  • il fascicolo 1 deve essere compilato e presentato da tutti i contribuenti obbligati a presentare la dichiarazione dei redditi ed è composto dal Frontespizio, costituito da tre facciate, dal prospetto dei familiari a carico, quadri RA (redditi dei terreni), RB (redditi dei fabbricati), RC (redditi di lavoro dipendente e assimilati), RP (oneri e spese), LC (cedolare secca sulle locazioni), RN (calcolo dell’IRPEF), RV (addizionali all’IRPEF), CR (crediti d’imposta), DI (dichiarazione integrativa), RX (risultato della dichiarazione). Ivi sono state apportate le modifiche necessarie al fine di dichiarare i redditi da locazione breve a seguito dell’introduzione, con il DL 50/2017, del regime fiscale della cedolare secca.
  • il fascicolo 2 deve essere compilato al fine di dichiarare i contributi previdenziali e assistenziali e gli altri redditi da parte dei tutti i soggetti contribuenti non obbligati alla tenuta delle scritture contabili,
  • il fascicolo 3 contiene i quadri necessari per dichiarare gli altri redditi da parte dei contribuenti obbligati alla tenuta delle scritture contabili.

Quali sono le altre novità? Con il nuovo Modello Redditi PF 2018 è possibile beneficiare di due nuove detrazioni fiscali previste dalla Legge di Bilancio:

  • tra le spese sanitarie sono detraibili le spese sostenute per l’acquisto di alimenti a fini medici speciali, inseriti nella sezione A1 del Registro nazionale di cui all’articolo 7 del decreto del Ministro della sanità 8 giugno 2001,
  • per le spese sostenute dagli studenti universitari al fine ultimo di poter fruire della detrazione del 19% dei canoni di locazione,
  • aumentato a 717 euro il limite delle spese d’istruzione per la frequenza di scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado del sistema nazionale d’istruzione,
  • per quanto concerne il welfare aziendale è stato innalzato da 2.000 euro a 3.000 euro il limite dei premi di risultato da assoggettare a tassazione agevolata,
  • possibilità di fruire dell’Art Bonus, il credito d’imposta per le erogazioni liberali effettuate nei confronti dei teatri nazionali, dei festival, delle imprese e dei centri di produzione teatrale e di danza, istituzioni concertistico-orchestrali, etc. etc.

Scrivi la tua sull'argomento .......!