IRAP 2018: Aliquote e scadenze

169

L’IRAP 2018 è l’Imposta Regionale sulle Attività Produttive che riguarda ed interessa le imprese, aziende, lavoratori autonomi, banche e assicurazioni che svolgono attività imprenditoriale e versare all’Erario in base all’attività di business prodotta sul territorio regionale.
Di tratta di un’imposta a carico delle imprese che è stata istituita in Italia dal Governo Prodi con il decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446 e, successivamente, è stata è diventata una fonte di entrata erariale per la Regione: una tassa da versare proporzionale al fatturato a prescindere dall’utile di esercizio.
IRAP 2018: come calcolarla
L’IRAP è quindi un’imposta direttamente proporzionale al fatturato per deve essere calcolata sulla base imponibile che comprende tutte le componenti positive reddituali come i ricavi e negative come i costi sostenuti che concorrono alla formazione del valore complessivo della produzione derivante dall’attività produttiva.
Una volta calcolato il valore della produzione occorre sottrarre dai ricavi i costi che sono stati sostenuti dall’impresa o professionisti per giungere al calcolo del valore della produzione netta, su cui applicare l’aliquota IRAP.
Aliquote IRAP 2018
L’Aliquota base IRAP 2018 su base nazionale è fissata al 4,82%, tuttavia le Regioni nell’ambito della propria autonomia decisionale hanno la facoltà di sancire autonomamente l’aliquota prevedendo la possibilità di introdurre incrementi o diminuzioni percentuali a seconda della tipologia dell’attività imprenditoriale espletata.
Fino al 31 dicembre (in attesa dell’aggiornamento Aliquote 2018): l’Aliquota Irap ordinaria Regione Lazio 4,82, Aliquota per banche ed altri enti e società finanziari 5,57, Aliquota Amministrazioni ed enti pubblici 8,50.
Per la Regione Lombardia l’Aliquota ordinaria IRAP 3,90, Start up innovative: 2,90, aliquota per banche ed altri enti e società finanziari: 5,57, Aliquota Amministrazioni ed enti pubblici: 8,50
Cosa dichiarare al Fisco?
I soggetti passivi IRAP 2018: società di capitali e enti commerciali; società di persone e imprese individuali; persone fisiche, società semplici e quelle ad esse equiparate esercenti; banche e altri enti e società finanziarie; Imprese di assicurazione; amministrazioni pubbliche sono tenute a dichiarare ala Fisco il valore complessivo e netto della produzione con tutte le voci di spese sostenute dall’impresa e tutte le voci di entrata.
Occorre presentare il Modello dichiarazione IRAP che riguarda appunto l’attività produttiva espletata dall’impresa o attività economica sulla quale si calcola l’imposta IRAP da versare in due rate così suddivise:

  • Prima Rata: pari al 40% del 100% acconto complessivo dovuto;
  • Seconda Rata: pari al 60% del 100% dell’acconto complessivo dovuto.

Il versamento dell’IRAP deve essere effettuato entro il 30 giugno 2018.

Scrivi la tua sull'argomento .......!