Home FISCO Voluntary Disclosure Bis: c’è tempo fino al 2 ottobre 2017

Voluntary Disclosure Bis: c’è tempo fino al 2 ottobre 2017

Per chi volesse presentare la collaborazione volontaria, meglio nota come Voluntary Discosure BIs, potrà inviare i documenti e fornire ulteriori chiarimenti in merito ai controlli espletati sulle dichiarazioni dei redditi del 2015, entro e non oltre il 2 ottobre 2017.
In particolare, si tratta di rispondere alle comunicazioni inviate in precedenza dall’Agenzia delle Entrate nei mesi di maggio, giugno fino ai primi giorni del mese di luglio.
Le comunicazioni inviate ai cittadini contribuenti riguardano le varie tipologie di reddito, per il periodo d’imposta 2013 e relative ai dati degli studi di settore presentati per il triennio 2013 – 2015.
Qualora si avesse ricevuto queste comunicazioni dall’Agenzia delle Entrate si hanno due opzioni:
1) se si ritiene corretti i dati riportati sulla dichiarazione, si può comunicare al Fisco entro e non oltre il 2 ottobre, indicando tutto quanto non conosciuto dall’Amministrazione fiscale, evitando che l’anomalia si traduca in un avviso di accertamento futuro.
2) nel caso in cui si riconosca di aver commesso gli errori segnalati nella comunicazione inviata dal Fisco, si può correggerli tramite ravvedimento operoso, procedendo con la regolarizzazione in maniera “agevolata” e vedendosi applicate sanzioni e interessi di mora ridotti.
Per richiedere ulteriori chiarimenti è necessario rivolgersi ad uno dei Centri di assistenza dell’Agenzia delle Entrate, che rispondono ai numeri 848.800.444 da telefono fisso e 06.96668907 da cellulare (costo in base al piano tariffario applicato dal gestore), dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.
In alternativa, è possibile rivolgersi ad uno degli uffici territoriali della Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate.