INPS: pubblicato Cassa Integrazione Guadagni, Report Giugno 2017

Inps ha pubblicato il Report relativo all’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni (CIG) relativo al mese di giugno 2017. Il monte delle ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate lo scorso mese, secondo quanto riportato dal Report, è stato di 27,5 milioni: con questo dato si è registrata una diminuzione del 50% rispetto all’ammontare delle ore autorizzate lo stesso mese dell’anno 2016 (55,8 milioni).

Nel dettaglio, il monte delle ore oggetto di autorizzazione per gli interventi di Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) sono stati di 10,2 milioni, in riduzione del 34,5% rispetto allo stesso mese dello scorso anno 2016 (15,6 milioni). Si ricorda che la CIGO è un ammortizzatore sociale previsto dalla normativa italiana che prevede l’erogazione da parte dell’INPS di una prestazione economica, il quale integra o surroga la retribuzione dei lavoratori che si trovano in precarie condizioni economiche a causa della sospensione o della riduzione dell’attività professionale.

Per quanto concerne i dati relativi alla Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS), il Report relativamente al mese di giugno 2017, riporta come dato un ammontare di 14,0 milioni, in netta diminuzione del 61,3% rispetto a giugno 2016, il cui dato era di 36,2 milioni.

Si ricorda che la CIGS è un ammortizzatore sociale previsto dalla normativa italiana che prevede l’erogazione da parte dell’Istituto Nazionale di Previdenza, di una prestazione economica. Lo stesso indennizzo economico integra o surroga la retribuzione dei dipendenti che si vengono a trovare in precarie condizioni economiche per la sospensione o la riduzione delle ore di lavoro.

Il Report relativo all’Osservatorio ha reso noto anche il dato relativo alla Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD): 3,3 milioni, in riduzione del 17,4% rispetto a giugno dello scorso anno (4,0 milioni).

Il CIGD non è altro che un ammortizzatore sociale che consiste in una prestazione economica erogata dall’INPS. Questo strumento economico integra o surroga la retribuzione dei lavoratori che si trovano in precarie condizioni economiche a causa dell’interruzione o della riduzione dell’attività lavorativa.

Le domande presentate per eventi di disoccupazione e mobilità nel mese di maggio 2017 sono state 95.739, in incremento di appena dello 0,6% rispetto allo stesso mese dell’anno 2016 (96.055).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here