Mutui Inpdap: ecco i nuovi saggi d’interesse per il pubblico impiego

Se sei impiegato nel settore pubblico (Scuola, Sanità, Enti pubblici statali, locali, Inps, Agenzia delle Entrate, Poste, etc.) e sei iscritto alla Gestione Unitaria delle Prestazioni sociali e creditizie, puoi richiedere all’Ente di Previdenza un mutuo ipotecario edilizio. A far data dall’ 1 luglio 2017, potrai fruire delle nuove condizioni economiche come sancite dalla determinazione n.89 di maggio 2017.

Ai sensi dell’articolo 3 del Regolamento Inps possono accedere alla prestazione gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, in attività di servizio o pensionati, che vantino un’anzianità di iscrizione e contribuzione alla predetta Gestione non inferiore a tre anni, eventualmente comprensiva di periodi di servizio a tempo determinato. Gli iscritti in attività di servizio devono, all’atto della domanda, essere titolari di contratto di lavoro a tempo indeterminato.  Possono essere anche assunti con contratto a tempo determinato, purchè la durata del contratto ecceda la durata del piano di ammortamento del mutuo.

Potrai fruire delle condizioni agevolative se presenterai  domanda per la richiesta del mutuo ipotecario edilizio a tasso fisso, solo se non presenti alcuna situazione di morosità. Inoltre, la determinazione del valore LTV è definito in base al rapporto tra il debito residuo del mutuo e il valore della perizia risultante nel sistema informativo dell’INPS.

Con determinazione n. 89 del 25 maggio 2017, il Presidente dell’INPS ha disposto le seguenti novità in materia di attività creditizie:

  • adeguare il saggio di interesse con il metodo del loan to value (LTV),
  • applicare alle domande di mutuo a tasso fisso determinato nel modo seguente, qui riportato.

La determinazione INPS n.89 del 25 maggio 2017 si applica a decorrere dall’1 settembre 2017 per le nuove domande di mutuo ipotecario o di portabilità di un mutuo ipotecario.

Per richiedere i mutui con saggio d’interesse a tasso fisso, occorre presentare apposita domanda da parte del mutuatario non moroso, il quale deve procedere ad inoltrare la domanda on line dall’ 1 settembre al 23 novembre 2017.

Per ulteriori informazioni utili alla presentazione della domanda e della successiva accettazione, si consiglia di accedere al sito INPS alla sezione Prestazioni e Servizi>Tutti i servizi>Domande mutui ipotecari edilizi>Autenticazione (con PIN dispositivo).

Condividi:
Share

more recommended stories

Share