Italia Startup VISA 2017: anno record di candidature

Il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ha reso noto il nuovo Rapporto aggiornato al 30 giugno 2017 inerente l’invio delle candidature: nel primo semestre del corrente anno, il programma Italia Startup Visa – lanciato a giugno dell’anno 2014 per semplificare la procedura di erogazione del visto per lavoro autonomo a favore dei talenti e potenziali imprenditori non UE che intendono avviare una startup innovativa in Italia – ha fatto registrare un boom totale di 252 candidature.

Di queste 252 candidature pervenute, 151 (il 59,9%) hanno avuto esito positivo, risultando nel rilascio di nulla osta per la concessione del visto startup. 78 (il 31%) hanno avuto esito negativo, mentre in altri 10 casi la procedura è decaduta senza giungere alla fase di valutazione. In 13 casi la procedura risultava ancora in corso, perché in attesa che il candidato trasmettesse ulteriore documentazione (6 casi) o perché il Comitato tecnico Italia Startup Visa&Hub non era ancora giunto a una valutazione definitiva (7 casi). 

Il Report mette in evidenza che la ragione principale del rifiuto delle candidature è l’assenza di carattere innovativo del progetto di impresa proposto, con 30 casistiche; in altri 22 casi invece il business model descritto, seppur innovativo, non è stato reputato sufficientemente solido e credibile. Ciò fa comprendere come il carattere dell’innovazione sia considerato un requisito fondamentale per la valutazione della Start up.

Si tratta di rendere l’Italia un Paese più ospitale per le nuove imprese innovative, le startup siano esse digitali, industriali, artigianali, sociali, legate al commercio o all’agricoltura, o ad altri settori dell’economia. Ciò significa tentare di innescare un’inversione di tendenza in fatto di crescita economica e di occupazione, soprattutto giovanile. Il nostro Paese deve diventare più veloce e dinamico, capace di tornare a scommettere sulle sue energie migliori per recuperare competitività e tornare a crescere economicamente.

Per capire a portata e l’importanza nel nostro tessuto imprenditoriale delle startup innovative, occorre visionare e rimanere aggiornati collegandosi alla Sezione Speciale del Registro delle Imprese dedicata alle startup innovative per comprendere il numero sempre più crescente delle imprese impegnate attivamente nella creazione di un ecosistema maggiormente favorevole all’attività imprenditoriale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here