Occupazione Sud: ecco come gestire telematicamente l’incentivo economico

68

Bonus assunzioni 2017 nella nuova Legge di Bilancio 2017: l’INPS in data 15 marzo 2017 ha pubblicato il messaggio n. 1171 del 15 marzo 2017 dove viene comunicato che è stata approntata la modulistica utile per la richiesta del bonus assunzioni Sud 2017 per i datori di lavoro: “Con la circolare n. 40 del 28 febbraio 2017 e la circolare n. 41 del 1° marzo 2017 sono state fornite le indicazioni per l’applicazione degli incentivi all’assunzione di lavoratori registrati al “Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani” e di soggetti disoccupati ai sensi dell’articolo 19 del d.lgs. n. 150/2015 effettuate in Regioni “meno sviluppate” o “in transizione”, rispettivamente previsti dal Decreto Direttoriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 394 del 2 dicembre 2016 e successive rettifiche e dal Decreto Direttoriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 367 del 16 novembre 2016 e successive rettifiche”.

Con messaggio Inps pubblicato in data 25 maggio 2017 n. 2152, lo stesso Istituto di Previdenza è intervenuto nuovamente a ribadire ed a fornire delucidazioni in merio al fatto che l’Istituto mediante i propri sistemi informativi centrali, consulta gli archivi informatici dell’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro, al fine di verificare se il soggetto per cui si chiede l’incentivo sia disoccupato, calcola l’importo dell’incentivo spettante, verifica la disponibilità residua della risorsa ed informa – mediante modalità telematica – che è stato prenotato in favore del datore di lavoro l’importo dell’incentivo per l’assunzione del lavoratore indicato nell’istanza preliminare.

Come già anticipato, il Bonus assunzioni Sud previsto per il 2017, collegato alla Legge di Stabilità 2017, consente ai datori di lavoro di certe aree ubicate nel Sud italiano (Regioni meno sviluppate: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia; Regioni in transizione: Abruzzo, Molise e Sardegna) consente di fruire di uno sgravio dei contributi.  Ai datori di lavoro che assumono a tempo indeterminato giovani e disoccupati nelle regioni del Sud dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017, fruiscono degli sgravi contributivi fino ad 8.060 euro.

Per quanto concerne i requisiti necessari:

Il datore di lavoro deve avere la sede di lavoro ubicata in una delle Regioni del Mezzogiorno: Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, oppure, in una di quelle definite in transizione, Sardegna, Abruzzo e Molise;

La decontribuzione spetta solo se l’assunzione è a tempo indeterminato o in apprendistato;

L’importo massimo riconosciuto ai datori di lavoro che assumono giovani e disoccupati al Sud è fino a 8.060 euro;

La durata dell’agevolazione sugli sgravi contributivi Sud 2017 spetta per un massimo di 12 mesi;

Lo sgravio contributivo per l’anno 2017 è riservato solo all’assunzione di giovani e disoccupati, nello specifico: in apprendistato per i giovani tra i 15 ed i 24 anni o soggetti disoccupati con più di 24 anni privi di impiego da almeno 6 mesi.

L’assunzione deve avvenire dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017.

(Visited 1 times, 1 visits today)

_________________________________

_________________________________



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here