Debiti in Bilancio: principi contabili internazionali

47

Secondo i Principi contabili internazionali, i debiti costituiscono delle financial liabilities; devono essere contabilizzati inizialmente al loro fair value ed eventuali costi accessori sostenuti, quali costi per emissione di un prestito obbligazionario, devono essere portati a riduzione del debito a cui si riferiscono ed ammortizzati per la durata dell’intero debito con il criterio del saggio di interesse effettivo. Ex post all’iscrizione originaria, devono essere valutati secondo la regola del costo ammortizzato usando il metodo del tasso di interesse effettivo.

Ai debiti a breve termine non si applica il metodo del costo ammortizzato e nel processo di determinazione dell’impairment non si procede alla loro attualizzazione se si prevede il recupero a breve termine. Lo IAS 32 prevede che per gli strumenti finanziari quali crediti e debiti commerciali a breve termine non sia necessaria alcuna indicazione sul fair value quando il valore contabile è un’approssimazione ragionevole del fair value. Regole particolari sono poste per le obbligazioni convertibili, in quanto si tratta di scorporare con riferimento ad ese la parte di debito e la parte di mezzi propri e classificarle conseguentemente nel Prospetto dello Stato Patrimoniale.

Le informazioni da fornire in Nota integrativa relativamente ai debiti sono ascrivibili alle seguenti: importo delle attività date in garanzia per passività, le caratteristiche degli strumenti finanziari emessi dall’azienda, l’entità degli interessi e della quota capitale di prestiti ottenuti, gli interessi calcolati con il metodo del saggio di interesse effettivo, gli altri componenti reddituali imputati a Conto economico.

Scrivi la tua sull'argomento .......!