Home AGEVOLAZIONI MEF: la casa di residenza al “centro” delle politiche di sostegno del...

MEF: la casa di residenza al “centro” delle politiche di sostegno del Governo

Casa dolce casa, l’abitazione rimane ad oggi il sogno della maggior parte degli italiani: il Dipartimento del Tesoro gestisce – direttamente o indirettamente –  gli strumenti per l’accesso o il sostegno alle famiglie che acquistano casa. Il mercato immobiliare, infatti, non solo rileva in termini di PIL, ma riverbera anche su diversi obiettivi/interventi di policy ad esempio in termini di:

·      credito (disciplina bancaria, accesso al credito, garanzie pubbliche e controgaranzia dello Stato, efficienza delle procedure esecutive, ecc..)

·      sostegno alle famiglie

·      sostegno all’industria (edilizia, costruzioni, etc.)

·      lotta alla povertà (housing sociale)

·      integrazione e coesione sociale (anche in ragione dei flussi migratori)

·      assetto del territorio/ «consumo del suolo» /prevenzione dei disastri

·      politiche ambientali/ efficienze energetica.

Quale situazione nel nostro Paese? L’81,5% hanno la casa di proprietà (fonte Istat): prima della crisi economica la casa era vista come patrimonio familiare da tramandare, come investimento sicuro e «bene rifugio», una fonte (diretta o indiretta) di reddito. Con la crisi economica, si mette in discussione il paradigma “casa/valore” ed il MEF – Dipartimento del Tesoro, in qualità di titolare di interventi legati ai mutui per la casa con obiettivi di sostegno alle famiglie italiane, si impegna nel rilanciare l’economia italiana, tenendo conto degli obiettivi di coesione sociale nel quadro dei vincoli di finanza pubblica. Quali sono gli strumenti a disposizione del MEF per rilanciare la corsa verso l’acquisto di immobili?

1.    Fondo di garanzia per l’acquisto della prima casa. 50% di garanzia pubblica (con controgaranzia dello Stato) per mutui fino a 250.000 euro per prima casa. Si privilegia il supporto indiretto della garanzia che grava meno sul deficit pubblico;

2.    Fondo di solidarietà per la sospensione delle rate sui mutui per l’acquisto della prima casa. Sospensione fino a 18 mesi delle rate sul mutuo fino a 250.000 euro sulla prima casa.