" />

Per debellare l'evasione e aumentare la crescita occorre un condono per diminuire le tasse … Altre soluzioni ?

Tutte queste complicazioni FISCALI, invio liquidazioni iva, spesometro, compensazioni, non basteranno a debellare l’evasione. Chi scrive le leggi o non si rende conto (o lo fa apposta) che l’evasione aumenta in proporzione all’aumento della pressione fiscale. Un economista americano scrive che una pressione fiscale superiore al 25% INIZIA A PORTARE EVASIONE, e sale parallelamente al salire del prelievo fiscale. Quindi tutti i sacrifici che in italia occorrono solo per pagare le spese correnti, sono vani, perchè ogni anno né serviranno altri maggiori con sempre più tasse, se non sale il PIL …
CAMBIARE IL SISTEMA FISCALE E’ UNA NECESSITA’ VITALE PER IL FUTURO DEI NOSTRI FIGLI.
La mia idea è riassunta in questi punti ed è diametralmente opposta alle linee dell’Agenzia e dell’Europa:
1) Varare il condono edilizio e fiscale (circa 50 miliardi di introito),
2) Destinare con la stessa legge tutto il ricavato del condono a riduzione di IRPEF A 3 ALIQUOTE 15% FINO A 30.000, 23% FINO A 50, 37% OLTRE … RIDURRE DI 3 PUNTI IL 28 % DI CONTRIBUTI ATTUALE, IVA ridotta al 19.
3) Il primo anno si garantisce il livello di fabbisogno con le risorse del condono che compensano le minori tasse.
4) Il secondo anno e oltre (quando le risorse del condono saranno finite) il naturale allargamento della base imponibile (come da legge economica sopra) permetterà di recuperare almeno la metà dei 50 miliardi di minori tasse occorrenti, ossia 25 miliardi, e altri 15 miliardi “che cavolo” dovremmo pur recuperarli da almeno 1 punto di PIL (con maggiori soldi in tasca si aumenteranno i consumi soprattutto dei dipendenti) e quel poco che manca potranno venire da revisione della spesa politica, e delle partecipate…
5) La stessa legge che ha varato il condono, ha ridotto IRPEF, IVA E CONTRIBUTI, ed ha previsto l’allargamento della base imponibile dei paganti non evasori che diminuiscono, dovrà prevedere una lotta serrata all’evasione,,,, (e qui saremo tutti d’accordo) chi non pagherà le abbordabili tasse dovrà essere perseguito penalmente …da 10mila euro di imponibile in su …. Per fare questo ogni contribuente non potrà scappare se dovrà comunicare ogni anno all’Agenzia delle Entrate con quali proventi ha mantenuto la famiglia, ha acquistato beni, immobili, ecc… già questo obbligo sarà un deterrente a non evadere. Ma non basta, sarà la magistratura ordinaria che supporterà vere e proprie indagini delittuose “come i furti in banca” così si dovranno scovare chi ruba allo stato.
6) Una volta superato il primo anno e gli introiti fiscali (anche se con pressione fiscale molto ridotta) sarà di volume pari ad oggi, avremo un’autostrada davanti —–
con contribuenti – imprese e dipendenti, con più soldi in tasca da spendere o investire … (il miglior contributo alla crescita che possa esistere,,,, altro che industria 4 punto zero).
PERCHE’ NON SI PUO’ FARE …? O FORSE PERCHE’ NON SI VUOLE FARE ?

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.








Archivi