Aumento IVA al 25%. Padoan non trova altre soluzioni …

Sembra sadismo di massa, quando molti proclami dicono che l’IVA non si toccherà, eppur si muove verso l’aumento al 25%.

Padoan rimangiandosi tutto e di più di ciò che dice,  alla fine mette nero su bianco che l’aumento dell’IVA AL 25% ci sarà se entro l’autunno non si troveranno 14.6 miliardi di euro di coperture alternative.

I risparmi sulla spesa pubblica previsti nella manovra correttiva (dl 50 2017) ─ pubblicata il 24 aprile scorso sulla Gazzetta Ufficiale ─ saranno impiegati per bloccare gli aumenti automatici dell’IVA, ma non bastano! Infatti occorrendone 20 di miliardi, se in autunno non si trovano altre coperture l’aumento IVA sarà realtà … anzi sadica realtà. L’aliquota del 10% subirà un aumento pari al 50% di quello previsto di 3 punti, e quindi andrà all’11,5 %.
Secondo il nostro esecutivo è il primo passo per congelare l’aumento dell’iva, quale clausola di salvaguardia a tutela degli impegni europei. L’aumento IVA è previsto a partire dal 2018.

Vedremo cosa combineranno per il prosieguo, ma per ora abbiamo una triste certezza: il testo finale della manovrina correttiva  mette nero su bianco che nel 2018 l’aliquota ordinaria del 22% passerà al 25%, come già annunciato nella legge di bilancio, a meno che in ottobre non si trovino 14,6 miliardi di coperture alternative all’aumento IVA.

Ndr.

Riteniamo che l’aumento IVA, sia la peggiore soluzione per la copertura delle risorse che mancano per ripianare il deficit di bilancio. L’aumento della pressione fiscale – già ai massimi mondiali – non farà che portare altra evasione e ingiustizie sociali.

L’IVA infatti incide su ogni cittadino allo stesso modo. Ed è questo probabilmente l’obiettivo dell’esecutivo … non indebolire i grandi gruppi con misure ad aliquota progressiva, ma incidere anche sui meno abbienti allo stesso modo come funziona l’IVA…….. Pare stia cercando di far ingoiare la pillola pian pianino, con annunci ritirati o promesse solo procastinate… sicuri che alla fine l’IVA salirà al 25%.

Vedi anche:

Manovrina: compensazioni scatta il limite a 5000 euro per visto di conformità

Manovrina: commercialisti perplessi, nuovo giro di vite sugli adempimenti

Manovrina è legge: firmata in sordina il 25 aprile. Da domani niente compensazioni oltre 5000 euro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here