Bonus Sisma 2017: al via all’adeguamento antisismico

Il Sisma Bonus 2017 è una misura introdotta con la Legge di Bilancio 2017, con l’approvazione dei decreti attuativi firmati dal Ministro Delrio, finalmente parte il via formale ed ufficiale per l’adeguamento antisismico. Il sisma bonus è una delle principali novità più rilevanti in campo edilizio: consente la possibilità di usufruire di importanti sgravi fiscali, dal 50% all’85% per interventi di adeguamento antisismico, al fine ultimo di migliorare la classe sismica degli edifici e la messa in sicurezza degli stessi nel periodo che va dal 2017 al 2021, onde evitare che accadano crolli e macerie, in caso di evento sismico critico come quanto accaduto nel Centro Italia a seguito dello sciame sismico che ha colpito pesantemente l’Abruzzo, l’Umbria ed il Lazio.

L’obiettivo del Sisma Bonus è quello contribuire alla prevenzione degli immobili ed edifici, in particolare, in tutte quelle zone d’Italia le cui zone sono a rischio sismico 1, 2 o 3. L’importo del sisma bonus 2017 viene determinato in base all’apporto del miglioramento raggiunto: sono, comunque, ammessi tutti gli interventi di messa in sicurezza e di adeguamento antisismico per un importo di spesa non eccedente i 96 mila euro all’anno per ogni unità immobiliare, con possibilità di beneficiare di uno sconto del 50% fino all’85% per gli interventi condominiali. L’importo del sisma bonus nel triennio 2017-2021 prevede i seguenti criteri di concessione delle scontistiche:

  • 50% per interventi che non apportano miglioramenti di classe sismica
  • 70% per interventi che apportano miglioramenti di una classe sismica
  • 80% per interventi che apportano miglioramenti di due classi sismiche.

Con tale riforma e “pacchetto” di misure agevolative, ci si auspica che la popolazione e tutti i proprietari degli immobili ubicati nelle Regioni e nelle zone ad elevato rischio sismico, possano definitivamente intraprendere gli interventi utili alla messa in sicurezza dell’immobile o dell’edificio, in caso in cui si verifichi un terremoto di entità straordinaria che possa cagionare la distruzione ed il crollo degli edifici stessi. Per determinare i miglioramenti delle classi di rischio sarà semplificata la procedura volta ad apportare interventi di rafforzamento e di mesa in sicurezza, come l’installazione di catene d’acciaio volte a ridurre il rischio crolli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here