Home FISCO Rottamazione cartelle: una ulteriore proroga farebbe bene alle casse statali.

Rottamazione cartelle: una ulteriore proroga farebbe bene alle casse statali.

Alle battute finali le istanze di rottamazione delle cartelle Equitalia,  visto che  domani spira il termine per l’invio delle domande, prorogato dal 31 marzo al 21 aprile.

Una vera corsa contro il tempo per i ritardatari nel pagamento di imposte, tasse e contributi, Uffici Equitalia letteralmente assaltati per produrre l’istanza di rottamazione che permette il risparmio di sanzioni e interessi di mora. Tantissime  quindi le richieste,  che hanno reso necessario approvare un decreto ad hoc per prorogare dal 31 marzo al 21 aprile la scadenza per fare domanda. Ma a quanto sembra molti non riusciranno a produrre le istanze nei termini che scadono domani, e si crede sarebbe opportuno concedere una nuova proroga che sicuramente permetterebbe alle casse statali di incassare ancora di più.

I numeri dell’operazione “rottamazione” hanno decretato il successo della rottamazione, sino ad oggi circa 500.000 mila domande lavorate, numero  destinato a crescere fino al 21 aprile, ultimo giorno utile.

Sono 600mila i contribuenti debitori che hanno presentato domanda di adesione alla definizione agevolate delle cartelle esattoriali, relative al periodo 2010-2016. Il dato ufficiale, aggiornato al 23 marzo,  è un controvalore complessivo di circa 8,3 miliardi.

Secondo noi ndr) sarebbe necessaria una nuova proroga, che consentirebbe di fare bene ai contribuenti eliminando sanzioni e interessi di mora, e alle casse dello Stato.