Agevolazioni, scatta il programma per i giovani lavoratori

Agevolazioni, ecco le strade che portano i giovani tra i 15 e i 29 anni a trovare lavoro

Agevolazioni, è un 2017 ricco di sorprese e novità soprattutto per quanto riguarda la categoria giovani, dove il Governo ha stazionato un programma interessante e ricco di iniziative importanti per una categoria messa troppo da parte negli ultimi anni.

Il tasso di disoccupazione con i tanti giovani italiani a casa e senza occupazione è allarmante e tutto questo da quando al Governo è salito quel Mario Monti che ha rivoluzionato il tutto. La crisi è poi proseguito con gli altri Governi successivi, fino ad arrivare a Renzi che ha cercato di tamponare delle falde ormai troppo grandi.

Tra le agevolazioni per i giovani il programma nazionale emanato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e finanziato dall’Unione Europea coordinata nel nostro Paese dall’Agenzia Naturale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) pongono gli obiettivi di ridurre il gap attuale tra domanda e offerta di lavoro: tutto questo per dare modo ad ogni giovane in età compresa tra i 15 e i 29 anni non impiegato in un’attività lavorativa, né inserito in un percorso scolastico o formativo di trovare un’occupazione.

Questa è una delle tante agevolazioni che il Governo ha messo sul piatto per i giovani in quest’anno. Per il 2017 sono state previste, con uno stazionamento di 200 milioni di euro a valere sui Fondi europei del Programma Operativo Nazionale detto Sistemi di Politiche Attive di Lavoro, una serie di iniziative che andranno a contrastare la disoccupazione giovanile nel nostro Paese.  Le aziende saranno incentivate ad assumere lavoratori al di sotto dei 30 anni di età iscritti al programma dietro la concessione di specifiche agevolazioni per tutti i datori di lavoro che li assumeranno.

Queste agevolazioni consisteranno in uno sgravio contributivo pari ad un massimo di 8.060 euro per ogni lavoratore e tutte le assunzioni dovranno avvenire nel 2017 a tempo indeterminato o  determinato per almeno un lasso di tempo pari a sei mesi: alternativa? L’apprendistato professionale.

Attenzione a questo passaggio sulle agevolazioni giovani importante: se l’assunzione è a tempo determinato o in apprendistato, l’agevolazione è un esonero contributivo fino ad un tetto massimo di 8.060 euro, se il contratto di lavoro è a termine, il tetto massimo sarà pari a 4.030 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here