Published On: lun, Mar 13th, 2017

Mps, gli ex vertici se la cavano?

Mps, la situazione degli ex vertici: Giuseppe Mussari, Antonio Vigni e Gianluca Baldassarri se la caveranno?

Mps, alcuni anni fa la Banca d’Italia aveva comminato una sanzione nei confronti di quelli che erano i vertici della Banca Monte dei Paschi di Siena, il Presidente Giuseppe Mussari, Il Direttore Generale Antonio Vigni e il Direttore Finanziario della Banca Gianluca Baldassarri, ormai tutti ex, per un importo totale di 10 milioni di Euro.

Questa sanzione comminata dalla Vigilanza era motivata dalle ritenute responsabilità di queste persone in relazione all’organizzazione, ai derivati e soprattutto al prestito accordato cosiddetto Fresh per l’acquisizione di Antonveneta, quello che è ritenuto il punto di partenza scatenante della crisi della Banca senese.

Questa Sanzione è stata pagata attingendo dalle casse di Mps, a quel tempo guidata da Alessandro Profumo e Fabrizio Viola. I tre hanno fatto ricorso al Tar del Lazio e la questione è ancora all’esame dei giudici di questo Tribunale dopo di che verosimilmente arriverà all’esame della Cassazione.

E’ possibile che i tre non siano riconosciuti responsabili dei fatti che hanno generato la Sanzione, anche se è improbabile e in quel caso la Sanzione già pagata resterebbe a carico di Mps, andando ad accumularsi a tutto il resto del denaro che resta a carico dello Stato, quindi dei Contribuenti, per il salvataggio della Banca Montepaschi.

Nell’operazione, piuttosto contestata da più parti, il Governo Renzi che l’ha avviata, ritiene che alla fine di tutto, terminato il periodo di nazionalizzazione e salvataggio della Banca, questa sarà rimessa sul mercato con maggiore valore e quindi si rivelerebbe in definitiva un affare per lo Stato, quindi per i contribuenti. A questo proposito facciamo un passo indietro: a parte le persone, migliaia gettate sul lastrico in poche ore grazie all’azione di salvataggio estemporanea messa in atto da Renzi, chi si ricorda di Carichieti, Banca delle Marche, Banca Etruria e Carife? Che fine hanno fatto?

Anche per queste le prospettive renziane erano le medesime, dovevano essere un affare una volta risanate e vendute. Quanto ha incassato lo Stato in totale per la vendita di queste quattro Banche? Un grande affare, sono stati spesi miliardi presi dalle tasche dei contribuenti e sono stati incassati in totale 2 Euro.

No, non avete letto male, solo il prezzo di due caffè!Vogliamo sperare che anche per Mps non accada la stessa cosa, sarebbe l’ennesima beffa per tutti i Contribuenti che sopportano situazioni di disagio a causa di servizi che funzionano male per mancanza di fondi ma se poi questi vengono usati per salvare Banche e fare un favore praticamente gratis ad altre Banche, allora la cosa diventa insopportabile, e a tutto si aggiungono anche i 10 milioni di Euro di sanzioni della Banca d’Italia. La speranza è sempre l’ultima a morire.

(Visited 1 times, 1 visits today)
Condividi:
Share

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Share