Aggiornato il: — 22/06/17

" />
Published On: gio, Dic 22nd, 2016

Salvataggio MPS: Entra lo Stato, privati defilati. 5 miliardi subito, 20 miliardi ricapitalizzazione preventiva

SALVATAGGIO MPS.

Il mercato privato non ha acquistato il pacchetto MPS di aumento di capitale, il Qatar si è tirato fuori e quindi entra lo Stato per il salvataggio della Banca.

Lo Stato acquisterà l’aumento di capitale ma con regole UE.  L’intervento pubblico  porterà al Monte Paschi  un maggiore un rafforzamento patrimoniale pari a  5 miliardi per la cessione dei NPLs.

Pronto quindi il decreto del tesoro che conferisce subito la garanzia della liquidità – per superare la scadenza UE del 31 dicembre 2016 – con impostazione della ricapitalizzazione precauzionale da EFFETTUARSI entro 3 mesi circa tramite la creazione di un  Nuovo Piano Industriale approvato dalla Bce e dalla DG competition.

La soluzione di mercato, quindi tramontata miseramente, costringe il Monte Paschi a chiedere formalmente un “sostegno finanziario pubblico straordinario”,  previsto all’ articolo 59, paragrafo 3 (e) della direttiva BRRD sulla risoluzione e risanamento delle banche. MPS chiederà al Ministero del Tesoro la ricapitalizzazione precauzionale. Il Tesoro emanerà subito il decreto contenente, oltre ai cinque miliardi altro intervento di respiro ampio.

Il primo intervento statale permette  l’uso di garanzie sui prestiti o bond ed avrà effetto immediato perchè ciò permette di  risolvere il problema della liquidità come evidenziato dalla Banca Centrale Europea.

Il secondo  intervento statale previsto per il Monte dei Paschi, nel decreto del Tesoro, non acquisisce l’aumento di capitale ma è ANTICIPA la ricapitalizzazione precauzionale in quanto si sta preparando  un fondo pari a 20.000.000.000 (venti miliardi) per questo tipo di soccorso con cui la banca si metterà in sicurezza.

Dalla parte dei piccoli cittadini, possiamo dire che è assolutamente giusto utilizzare il fondo di garanzia per salvare MPS, ma sarebbe altrettanto giusto mettere a disposizione di start up individuali costituite da giovani disoccupati, una garanzia minima di 20 mila euro. Piccoli Importi che risolverebbero molti problemi.

Vediamo che ci sono giovani capaci di intraprendere una attività in proprio, che non hanno alcuna possibilità di accedere al micro-credito non avendo un avallante come un genitore o altro. Ecco a questi ragazzi, penso sia dovuta LA GARANZIA PUBBLICA (minima di 20 mila euro) per piccole attività e piccoli studi.

Ma cosa avranno in mente i politici che oggi governano …: Risolvere il problema del lavoro senza possibilità di essere assunti e senza possibilità di mettersi in proprio … chi li aiuterà … prima che non scoppi il sistema sociale italiano ?

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>