Aggiornato il: — 22/06/17

" />
Published On: mar, Nov 22nd, 2016

Referendum è diventato VIVERE O MORIRE e intanto lo spread sale.

Renzi e company …. dico quelli che fanno i politici …. hanno trasformato il Referendum in una via per vivere o morire …

Intanto lo spread è in ascesa sui mercati finanziari.

Activists demontrate with a European flag in front of the European council headquarter in Brussels, 12 December 2007. ANSA / OLIVIER HOSLET

L’Europa attendi il SI, Renzi per questo, e crediamo anche perchè ha ricevuto ordine in tal senso, ha abbandonato i poveri terremotati al freddo, la manovra finanziaria che con il rispetto per Padoan è meno degna di uno scolare della prima ragioneria…

Il premier ha assoldato Joè Messima per 400mila euro, per dirigerlo sulle migliori pratiche di marketing per far passare il SI.

Il giorno dopo il 4 dicembre sarà il the “day after” con una nuova crisi che si prospetta all’orizzonte, con i crediti deteriorati e con un Paese che poggia le sue fondamenta sul DEBITO.

Se non fosse per la garanzia che i risparmiatori Italiani purtroppo danno ai nostri creditori (con un risparmio di 8000 miliardi) a fronte dei debiti statali per 2343 miliardi in costante ascesa, già l’UE ci avrebbe
buttato fuori a pedate.

L’ultima istanza è il prelievo sui conti … quando tutto manca … Bruxelles ordina di prelevare l’1% a tutti i libretti postali e il Parlamento senza Senato esegue.

E’ questa secondo la mia modestissima opinione la motivazione principale per cui si scomoda Napolitano, Joè Messina, i maggiori investitori esteri a chiedere la Riforma con un bel si… perchè….?

Con un Parlamento senza Senato, le leggi per recuperare i soldi per pagare i debiti saranno più facili da varare.

Povera italia e poveri italiani.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>