Il rientro di capitali fa il "bis" in legge di stabilità.

0
68

ANNUNCIATO IL RIENTRO DI CAPITALI BIS.

Pier Carlo Padoan ha annunciato a Porta a Porta la possibilità di una riapertura dei termini per il rientro di capitali o voluntary disclosure.
I capitali detenuti in maniera illegale all’estero potrebbero avere un’altra chance di sanatoria mediante una v.d. bis da inserire nella prossima legge di bilancio.
Pier Carlo Padoan invitato a Porta a Porta si augura che con il rientro di capitali “bis”  possa portare 4 miliardi nelle casse dello Stato
Il nuovo rientro di capitali dovrebbe essere inserito in un provvedimento agganciato alla LEGGE 186/2014 (la voluntary DISCLOSURE IN VIGORE per tutto il 2015), ma con alcune variazioni.
Il nuovo rientro di capitali ha preso di mira l’emersione dei capitali privati e delle cassette di sicurezza detenute all’estero.
Nel bilancio dello scorso anno sono state 130.000 le domande presentate con 60 miliardi di capitali oggetto di emersione e per  4 miliardi di imposte e sanzioni incassati; dove si evidenzia la mancanza del nero fiscale.
Una sorta di condono fiscale quindi … se parliamo di nero, che esiste anche all’interno dell’Italia, senza andare per forza all’estero, soldi persi per circa 50 miliardi in un anno, secondo il sole 24 ore, includendo anche condono edilizio e contributivo che poteva essere UNA MISURA UNA TANTUM per ridurre le IMPOSTE – IRPEF-IVA E CUNEO IN MANIERA DEFINITIVA.
Uno Stato in costante bisogno di soldi, presi sempre dalle tasche dei meno abbienti, ed occorrenti per stare al passo con l’Europa. Mentre chi li esborsa i meno abbienti restano senza ritorni nè in servizi nè in possibilità di lavoro.