" />
Annunci

Avvisi bonari 2012: in arrivo una montagna di 100mila letterine

Gli avvisi bonari che arriveranno tra pochi giorni nelle case di circa 100mila contribuenti italiani in realtà sono lettere quasi sentimentali … di invito … non di catenacci fiscali. Le epistole che ha inviato l’Agenzia delle Entrate riguardano possibili errori che i contribuenti possono aver commesso in occasione della presentazione di Unico 2013 per l’anno 2012.
Trattasi in effetti di una collaborazione cittadino-agenzia dove l’Ufficio anzichè iscrivere a ruolo eventuali debiti dell’ignaro contribuente, LO AVVERTE, in maniera pudica che molto probabilmente dovrebbe pagare imposte per l’anno 2012.
Se l’avviso bonario contiene un’anomalia reale il contribuente  ha la possibilità di sistemare  la propria posizione fiscali, inviando la dichiarazione integrativa a quella presentata il 30 settembre 2013, e pagando solo una mini-sanzione come prevista dal nuovo ravvedimento operoso.
Nel caso in cui l’avviso bonario riporti un rilievo sbagliato (e ce ne saranno tanti …. ) il povero contribuente, pur non avendo commesso alcuna omissione, farà meglio a recarsi presso il proprio consulente, a pagarlo, e a comunicare al fisco che l’avviso bonario è illegittimo onde evitare che tale lettera amichevole si traduca in un accertamento e in una cartella esattoriale.
Giustamente lo Stato ha ogni interesse a incassare subito l’eventuale debito di differenza, perchè i soldi servono, come siamo certi che molti pagheranno per non essere obbligati a fare ricorsi e autotutele anche se in effetti nulla devono.
Restiamo in attesa …
Vi scrivo come commercialista che invece di chiedere gentilmente l’eventuale annullamento dell’avviso bonario, si oppone direttamente con ricorso ed avvocato per il rimborso dei danni ai contribuenti che hanno ricevuto avvisi errati…

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>