Home FISCO Immobili, denuncia cumulativa dei fondi rustici fino al 29 febbraio

Immobili, denuncia cumulativa dei fondi rustici fino al 29 febbraio

Immobili, per i contratti d’affitto la situazione è in scadenza

 

Immobili, è quasi a termine la scadenza di presentazione delle domande di registrazione per i contratti di affitto di fondi rustici relativi ai contratti del 2015. La richiesta vale quale assolvimento dell’obbligo di registrazione annuale dei contratti. Chi volesse, così, regolarizzare la propria posizione, ha l’opportunità di farlo ma solo entro il 29 febbraio.

Così, tutti coloro che risiedono in immobili con i quali hanno acceso un contratto di affitto di fondi rustici nello scorso anno, possono presentare la denuncia cumulativa che, ai sensi dell’art.17 comma 3 bis Tur Dpr 131/86, deve contenere diversi dati e cioè; i dati concernenti il terreno, inteso come ubicazione e dati catastali, il luogo e la data della stipula del contratto, il corrispettivo dell’immobile in affitto e la durata contrattuale. Oltre alla denuncia cumulativa, bisogna ottemperare al versamento dei tributi di registro, che sono pari allo 0,5% del corrispettivo derivante dal contratto. Il versamento deve essere effettuato tramite il modulo F24 “elementi identificativi” indicando il codice tributo 1500. La denuncia può essere presentata da una qualsiasi delle due parti, presentandola in duplice copia e con allegata copia di ricevuta del versamento del tributo relativo in qualsiasi ufficio territoriale delle Agenzie delle Entrate. E’ anche possibile presentare detta denuncia per via telematica ma in questo caso è necessario utilizzare lo specifico software dell’Agenzia delle Entrate disponibile sul loro sito e il versamento dei tributi può essere fatto soltanto tramite addebito su conto corrente. Chi desiderasse, quindi, regolarizzare la propria posizione registrando i contratti tenga dunque conto che il tempo stringe, mettendo bene in evidenza sul proprio calendario la data del prossimo 29 febbraio. Queste è la data di scadenza di una situazione ancora poca chiara a tutti quelli che sono residenti in un immobile con il contratto d’affitto. Questo è stato un articolo ben specifico e dettagliato che regala ad ogni contribuente tutte el informazioni necessarie per i vari metodi di pagamento.