Published On: ven, Feb 12th, 2016

Renzi, botta e risposta con Bagnasco in merito al voto segreto in Senato sul DDL Cirinnà

Renzi, continua la discussione sul DDL Cirinnà

Renzi, continua a tenere banco la discussione Parlamentare sul DDL Cirinnà, con una serie di dibattiti, inchieste demoscopiche e interventi estranei alla politica. Per ora si sono svolte le votazioni sui primi tre articoli del Disegno di Legge inerente il riconoscimento dei diritti civili alle coppie di fatto, in realtà un’apertura al riconoscimento delle coppie omosessuali, come è richiesto al nostro Paese da Bruxelles.

Queste votazioni hanno mostrato, nei numeri, una maggioranza compatta, non solo, ma anche con alcuni voti positivi dalle opposizioni. In realtà, l’estensione dei diritti civili alle coppie di fatto, incontra il favore anche dei partiti di minoranza, si realizza, su questo, un’ampia convergenza, quasi un’unanimità, ma il discorso cambierà la settimana prossima, quando si affronterà il voto sul controverso articolo 5, quello relativo alla Stepchild Adoption, sul quale si concentra la bufera . Già su queste prime votazioni, alcune forze politiche avevano chiesto il voto segreto, in modo da dare il maggior spazio possibile alle coscienze, al di fuori degli ordini di partito. Il Presidente del Senato, Grasso, ha negato il voto segreto e questo ha fatto infuriare la forze che lo avevano chiesto. Al di fuori del Parlamento, si deve registrare la presa di posizione della CEI, che tramite il suo Presidente, Cardinale Bagnasco, ha richiesto al Premier Renzi il voto segreto su questo DDL. Secca la risposta di Renzi, il quale ha ricordato che esistono dei regolamenti nel funzionamento del Parlamento, che prevede il voto segreto a fronte della presenza di certi presupposti, che il Presidente del Senato ha titolo per decidere sul voto segreto o palese e che deciderà se concedere il voto segreto se ne ricorrono i presupposti, non su richiesta della CEI, una situazione che potrebbe portare molti cambiamenti, su u argomento davvero molto delicato che sta facendo trattenere il fiato a tutta la oolitica italiana.

Condividi:
Share

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Share