Published On: mer, Feb 10th, 2016

Equitalia, in ribasso le cartelle esattoriali pazze

Equitalia, la novità dei pagamenti a rate

Equitalia, in ribasso le cartelle esattoriali pazze, ora gli italiani potranno retribuire la temuta azienda nazionale anche a rate. In un anno sono state oltre un milione le domande per pagare a rate le temute cartelle esattoriali, tanto che Equitalia ha calcolato più di 100 miliardi di euro in controvalore di tutte le richieste ricevute. Ernesto Marina Ruffini, amministratore delegato della società pubblica, ha dichiarato che la rateizzazione non funziona, sgretolando tutti i dati di fronte ai senatori della Commissione Finanze.

Equitalia si è preso carico di un totale lordo di crediti, chiamato magazzino, con tutti gli ordini di riscossione accumulati dal 2000 ad oggi che ammonta alla cifra totale di 1.058 miliardi di euro, con la quota aggredibile e ridotta di 51 miliardi, con la percentuale pari al solo 5%; un’altra fetta di denaro è della quota di 217 miliardi che però non è recuperabile perché partita per errore. In merito a questi dati la percentuale di questi anni è pari al 20,5%, per un totale di 200 miliardi di euro che sono stati annullati a loro volta dagli stessi enti creditori, in quanto, spiega sempre l’amministratore delegato, sono ritenuti indebito non dovuto ai vari contribuenti. Equitalia a seguito di tutta questa situazione ha chiesto il provvedimento alle autorità giudiziarie. Ruffini ha continuato durante il suo intervento affermando che i numerosi provvedimenti legislativi effettuati e l’attività svolta dal gruppo Equitalia in tutti questi anni, non sono riusciti a risolvere un problema serio, quello dei crediti non riscossi. Il Presidente della Commissione Finanze e Tesoro a Palazzo Madama, Mauro Maria Marino del PD, ha risposto all’amministratore delegato, dichiarando che valuterà in maniera positiva la sospensione delle ganasce fiscali per tutti coloro che otterranno la rateizzazione da Equitalia. I cambiamenti di Equitalia però non finiscono qua in quanto dal primo luglio ci sarà una sola Equitalia che riunirà le tre società già oggi esistenti.

Condividi:
Share

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Rivista Fiscale Web www.rivistafiscaleweb.it 2010-2017 all right reserved. Prodotto da MAP con sede in Sapri – via Nino Bixio 6 c.f. e p.i.: 05394410657.


Share