Yahoo annuncia la riduzione del 15% dei posti di lavoro

Yahoo, il colosso ha annunciato la riduzione dei posti di lavoro nella sua azienda

Il colosso Yahoo!, ha annunciato la chiusura di diverse sedi nazionali con la conseguente riduzione del personale, pari al 15% di quello attuale, che corrisponde a 1700 persone in meno. Le sedi interessate al taglio/chiusura, sono Milano, Dubai,Città del Messico, BuenosAires, Madrid.

Il provvedimento si è reso necessario dopo che il colosso Yahoo!, ha chiuso il terzo trimestre del 2015 in perdita di oltre 4 miliardi, rendendo impossibile il mantenimento della situazione in atto. Yahoo! Ha perduto,dal 2012, il 42 % della forza lavoro. Il piano presentato al Consiglio, prevede un recupero di oltre tre miliardi nel corso del 2016, contando anche i risparmi derivanti dalla chiusura delle sedi e la conseguente riduzione del personale. Yahoo, peraltro, ha appena firmato una collaborazione importante con ;Mediaset, per un maggiore sviluppo della diffusione TV nel web. Questa collaborazione, dovrebbe portare a un aumento di fiducia in Yahoo! E di conseguenza, a un migliore risultato economico che dovrebbe contribuire a rialzare le sorti di questa azienda. L’augurio che possiamo fare è che questa azienda possa risollevarsi con le proprie forze e recuperare anche sul piano occupazionale, o venire acquisita da altri Brand che possano rilanciare. Del resto, non mancano gli interessi di acquisizione di Yahoo!, ma certamente mantenere il proprio marchio e la propria autonomia, è un obiettivo del management, fino a quando sarà possibile, almeno. Assisteremo, si spera, a un recupero nel corso del 2016, a un rilancio dell’azienda e il ritorno all’utile aziendale. Tutto questo anche pensando alle tantissime persone che, oggi, perdono il lavoro. Una situazione davvero incredibile che potrebbe mandare in crisi uno dei colossi internazionali più potenti e una delle piattaforme più ricercate sul web. La cerisi si fa sentire anche nelle sedi di Yahoo e la percentuale di riduzione dei propri posti di lavoro è davvero notevole.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here