Borse, chiusura in rosso per Piazza Affari

Borse, i listini sono in ribasso a causa del petrolio in calo. A Milano si perde il 3%

Borse, un’altra giornata da dimenticare. Il crollo del petrolio ha fatto scendere nella giornata di oggi tutte le borse europee e mondiali, che dopo i cali in Asia della mattinata, hanno fatto impennare in negativo i vari listini. La causa? Il petrolio in forte calo che condanna così le borse europee alla debolezza , mentre la Banca Centrale cinese è tornata in aiuto dei vari mercati finanziari con un’iniezione di liquidità di circa una quindicina di miliardi di dollari.

Situazione in Europa. La giornata di oggi ha visto una chiusura in calo per i listini europei davvero notevole. A Piazza Affari in quel di Milano, il calo è stato evidente con la percentuale pari al 3%, in complessivo la borsa con l’andatura odierna peggio d’Europa. Non sorridono però anche le altre borse europee visto che Parigi cala del 2,47%, Londra della percentuale pari al 2,47% e Francoforte scende dell’1,81%. Situazione a stelle strisce. Clamoroso è stato il crollo di oggi a Wall Street in quel di New York, dove i listini hanno chiuso in ribasso con il Dow Jones che segnava la percentuale pari all’1,79% e il Nasdaq con la percentuale in ribasso del 2,24%. La situazione americana è davvero preoccupante, vista anche la situazione che ha visto il netto crollo del petrolio nella giornata di oggi, dove ieri è anche intervenuto il Vice Presidente Della Federal Reserve, Stanley Fischer, che ha spiegato come la Banca centrale non ha ancora le idee chiare su quale decisione prendere a riguardo della tanto attesa riunione del prossimo mese. Lo spread tra il Btp è a quota 114 punti base, mentre il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari all’1,46%. Da segnalare anche la chiusura odierna dell’euro, con la moneta unica che è in leggero rialzo e pari a 1,08 dollari, con l’euro che nei confronti dello yen scende a quota 131,12 dollari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here