Agenzia Entrate: studi di settore pubblicati in tempi record.

Agenzia delle Entrate, sul portale già pubblicati tutti i modelli degli studi di settore per Unico 2016

Agenzia delle Entrate, quest’anno tempi record per i modelli degli studi di settore. Infatti già disponibili sul sito web i 204 modelli per Unico 2016 che devono essere trasmessi insieme a Unico.

Agenzia delle Entrate … tempi record quest’anno di uscita dei 204 modelli relativi agli studi di settore, già presenti come detto e pubblicati sul sito dell’Agenzia in anticipo di ben quattro mesi rispetti ai super ritardi degli anni scorsi. L’Agenzia delle Entrate, dopo una approfondita fase di test, ha pubblicato i 204 modelli definitivi per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore, da utilizzare per la dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta riguardante l’anno scorso. Il provvedimento è stato emanato il 28 1 2016.

I 204 studi di settore da allegare alla dichiarazione dei redditi sono così ripartiti in base ai settori:

  • 51 studi relativi ad attività economiche del settore della manifatture.
  • 60 studi relativi ad attività economiche del settore dei servizi.
  • 24 studi relativi ad attività professionali.
  • 69 studi relativi ad attività economiche del settore del commercio. New entry sono “le attività altre creazioni artistiche e letterarie e di fabbricazione di bigiotteria e articoli simili” che solo da quest’anno devono compilare i relativi modelli.

L’Agenzia delle Entrate precisa anche che la trasmissione dei modelli di comunicazione relativi al periodo di imposta dello scorso anno, devono avvenire tramite i servizi telematici Entratel o Fisconline, direttamente se incaricati o abilitati. L’Agenzia delle Entrate specifica che dopo l’invio si comunicano al contribuente tutti i dati relativi all’applicazione degli studi, inclusi quelli relativi al calcolo della congruità. La stessa Agenzia ricorda che a partire da quest’anno non saranno più necessari i modelli di comunicazione di tutti i dati rilevanti ai dell’applicazione degli studi di settore per tutti i contribuenti che hanno cessato l’attività nel corso del periodo d’imposta relativa all’anno scorso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here