Home FISCO Agenzia delle Entrate, opporsi alle spese sanitarie nella precompilata entro il 9...

Agenzia delle Entrate, opporsi alle spese sanitarie nella precompilata entro il 9 marzo

Agenzia delle Entrate, disponibili tutti i dati per i quali non è stata chiesta la cancellazione

Agenzia delle Entrate, ecco tutti i dati relativi alle varie spese sanitarie nella precompilata, dove la scadenza arriverà al 9 marzo e non oltre. In una nota è proprio l’Agenzia delle Entrate a rendere disponibili i seguenti dati che servono per la cancellazione. Dal giorno successivo, i dati per i quali non è stata chiesta la cancellazione saranno poi disponibili dalla stessa Agenzia delle Entrate, dove servirà il modulo precompilato 730.

I contribuenti potranno esprimere il diniego al trattamento dei propri dati sanitari, grazie alla data che va dal 10 febbraio al 9 marzo anche collegandosi al sito internet dedicato interamente al Sistema Tessera Sanitaria, che il nostro sito, giorni fa ha specificato con una guida dettagliata e precisa. L’ufficializzazione questo nuovo intervallo temporale, è stato il provvedimento emanato lo scorso 26 gennaio, proprio dall’Agenzia delle Entrate e per questo intervento sarà necessario accedere al portale tramite tessera sanitaria o con le proprie credenziali al sito web dell’Agenzia delle Entrate. Lo spostamento al 9 marzo è stato reso pochi giorni fa in maniera conformale da parte degli operatori del settore relativo al Sistema tessera sanitaria, con i dati riferiti all’anno scorso. I tempi devono essere rispettati con un massimo di trenta giorni previsti dal sistema di tutela della privacy che sarà a disposizione di tutti coloro che intendono opporsi all’uso dei propri dati per la precompilata. Viene anche ricordato che è possibile esprimere l’utilizzo dei propri dati in alternativa alla modalità appena descritta, ma in un periodo tra il primo gennaio e il 28 febbraio dell’anno successivo al periodo di tassa a cui si fa riferimento, comunicandolo all’operatore : medico, farmacista o struttura sanitaria. Per tutte le spese sostenute l’anno scorso, in alternativa alla modalità tramite il Sistema tessera sanitaria è possibile l’allungamento fino al prossimo 31 gennaio, direttamente all’Agenzia delle Entrate, comunicandolo via mail, per telefono o in qualsiasi ufficio territoriale.