Home ECONOMIA Borse, Asia fallisce il rialzo

Borse, Asia fallisce il rialzo

Borse, ancora profondo rosso per i mercati finanziari

Borse, ancora una giornata in negativa per i vari listini. La situazione più preoccupante arriva dal continente asiatico dove tutti i mercati finanziari non riescono più a riprendersi, sempre a causa della caduta libera del petrolio. Si sperava nella giornata di oggi ad una tregua, ma la situazione in Asia è precipitata ancora una volta in quel profondo rosso che sembra non volere andare via. Analizziamo quello che è successo nelle chiusure in Asia, dove la situazione sembra davvero al limite

Le ore passano e i guadagni scendono: questo è il fattore determinante dei mercati finanziari asiatici che vedono le loro azioni scendere sempre di più. Tokyo è la borsa peggiore odierna per i listini asiatici e la chiusura dell’indice Nikkei ha fatto registrare un crollo del 2,43%. Non è da meno Hong Kong che ha chiuso al ribasso della percentuale pari all’1,7%, mentre Singapore ha chiuso con il meno 0,93%. In Cina la situazione non migliora e nonostante il Pil abbia voluto dare segnali positivi al Paese nei giorni scorsi, oggi la chiusura della borsa di Shanghai ha visto la perdita della percentuale pari allo 0,90%. Nonostante i molti interventi rassicuranti da parte della Bce, la situazione sembra non migliorare e portare dietro con sé tutta l’Asia, che non riesce ad uscire da questo tunnel buio. Spostandoci all’Europa, è stato segnalato che ieri sono stati bruciati 233 miliardi di euro di capitalizzazione, un dato allarmante aspettando nella giornata di oggi le varie aperture a Piazza Affari, Londra, Parigi e Francoforte. Il Presidente della Bce, Danièle Nouy, ha provato ad intervenire e a rassicurare gli azionisti, ma la situazione sembra ogni giorno andare sempre più a picco. Il Direttore Generale, Christine Lagarde, ha dichiarato che ci sono dei seri rischi all’orizzonte a livello mondiale. Una situazione allarmante che sembra non volere dare una tregua alle borse.