Borse, la UE in calo e preoccupa il mercato cinese

Borse, la situazione ad oggi a pochi minuti dalle chiusure

Borse, l’UE continua ad avere vistosi cali. Nel nostro articolo giornaliero analizziamo tutti i valori della borsa non solo europea ma anche mondiali, con i risultati degli indici dai vari mercati finanziari sparsi per il Pianeta.

Le preoccupazioni cinesi. La continua crescita cinese continua a preoccupare sia economisti che investitori. Tutto questo a causa del continuo crollo della borsa di Shanghai che oggi ha fatto registrare il meno 3,55%. Importante sarà la riunione di emergenza convocata dall’OPEC (come anticipato dal nostro sito nella giornata di ieri) a fine marzo. Russia. La Cina contagia anche la Russia, visto che Mosca ha annunciato di tagliare il 10% sulla spesa pubblica e oggi la borsa è calata del 5%. In generale il prezzo del greggio rallenta giorno dopo giorno con la ripresa dell’inflazione che sta complicando i piani delle grandi banche centrali mondiali.

La situazione di oggi. Nella giornata odierna le borse europee hanno fatto registrare degli indici in calo. A Milano, Piazza Affari, cede il 2,6%. Nelle altre borse europee Londra per il 2%, Francoforte è in ribasso della percentuale pari al 2,6%, mentre Parigi cala del 2,2%. La moneta dell’Euro è però in rialzo con il valore di 1,0881 dollari: contro lo Yen la moneta unica passa di mano a 128,10, con uno spread stabile sui 98 punti base.

In Giappone. L’indice Nikkei della borsa di Tokyo non sta meglio delle europee, visto che chiude in calo della percentuale pari allo 0,54%. In America. In rialzo la seduta a Wall Street che ha guadagnato il 4,5%, con l’azionario USA che ha così messo a segno il miglior risultato dallo scorso dicembre portando in pari il bilancio settimanale. Il Dow Jones ha guadagnato un buon 1,41%, mentre il Nasdaq è salito della percentuale pari all’1,97%, anche se la situazione petrolio rimane sempre in ribasso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here