Inps, cassa integrazione 2015 in calo

Inps, secondo i dati la riduzione sarebbe del 35,6%

Inps, cassa integrazione in calo del 35,6% ottenendo il minimo da otto anni. I dati emanati dall’Inps ha dei dati negativi arrivati ai minimi storici, visto che o scorso anno le ore di cassa integrazione, autorizzate sono state in totale 677,3 milioni, con una flessione annua del meno 35,6%, a fronte di 1 miliardo di ore rispetto all’anno precedente.

Il dato che l’Inps ha voluto dichiarare è davvero sconcertante. Il mondo che riguarda il lavoro e le pensioni, rende noto che osservando le varie statistiche, è il dato più basso dall’inizio della crisi economica che ha colpito l’Italia. Sono passati otto anni dall’ultimo volta in cui le ore autorizzate erano in ribasso e con la cifra di 228,5 milioni; nel 2009 in poi avevano sempre superato almeno i 900 milioni e con delle punte superiori al miliardo in particolare tra il 2012 e il 2013. Nel solo mese di dicembre, rende noto l’Inps, il numero delle ore autorizzate è stato pari a 42,5 milioni, il meno 52,3%, un altro dato allarmante che preoccupa non poco l’associazione relativa al lavoro e alle pensioni. I dati dichiarati dallo stesso Inps sono calcolati per le sole componenti che mostrano un aumento della percentuale del 2%. Gli interventi sono crollati della percentuale dell’80% nello scordo dicembre rispetto all’anno prima, con la forte variabilità delle integrazioni salariali in deroga. Nello scorso mese di novembre, sino state presentate ben 141 domande di Aspi, di cui 35 domande di mini Aspi e 183.977 di Naspi. I dati dell’Inps segnalano anche che nello stesso mese, sono state emanate altre 676 domande di disoccupazione e 5.578 domande di mobilità, per u totale di 190.407 domande, che rispecchiano il 21,1% in meno rispetto all’anno prima in cui le domande avevano toccato quota 241.196, un dato da segnalare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here