Home ECONOMIA Borse, Tokyo chiude in calo, resto dell’Asia rimbalza con la Cina

Borse, Tokyo chiude in calo, resto dell’Asia rimbalza con la Cina

Borse, la situazione di oggi dopo la chiusura degli indici del continente asiatico

Borse, una giornata in complesso positiva per gli indici asiatici, dopo che nei giorni scorsi la situazione era deteriorata con i crolli delle borse cinesi si Shanghai e Shenzen. Il nostro appuntamento quotidiano che riguarda le borse mondiali, nella giornata di oggi si concentra sull’Asia, dove analizzeremo tutto quello che è successo in Asia, con gli indici in rialzo. Pechino ha deciso di cambiare la propria strategia e rimuovere i limiti al trading, dopo che nella giornata di ieri l’estensione di questa nuova misura aveva affondato le borse asiatiche.

Situazione Tokyo. Nella capitale del Giappone, resta da parte, solo la borsa di Tokyo che chiude in calo rispetto a tutte le altre, con un indice Nikkei che cede di 0,39% e di 0,70%, che valgono un Topix di 1.126 punti. La debolezza dello Yen sta incidendo in maniera particolare su questa situazione, con il mercato in ribasso e che ha risentito negli ultimi giorni di dati negativi. Corea del Sud. Seul chiude molto bene, visto che il suo indice piazza il più 0,70%. Cina. Recupero importante per le piazze di Shanghai e Shenzen che riescono entrambe a chiudere con la percentuale dell’1% in positivo. Le altre borse in Asia. Taiwan cresce dello 0,50% e chiude in rialzo rispetto alle altre sedute. Tra le altre borse in Asia segnaliamo in deciso rialzo l’indice di Hong Kong che recupera la percentuale dell’1,33%, insieme a Singapore in rialzo dello 0,78%. Bene anche la borsa di Bangkok, con la piazza tailandese che recupera dell’1,24% e anche quella malese, dove la piazza di Kuala Lumpur si regala la percentuale positiva dello 0,3%. Chiudiamo con la situazione sugli indici della piazza di Jakarta: buono il rialzo dello 0,09%. Questa la situazione della giornata di oggi nelle borse asiatiche che sono tutte in rialzo, tranne quella di Tokyo, sempre in ribasso anche a causa della discesa dello Yen: da domani si cambia?