" />

Renzi, ancora dichiarazioni che fanno discutere tra le classi politiche

Renzi: “L’Italia è viva, basta con l’ansia dei compiti a casa”

Renzi, ancora dichiarazioni polemiche e le altre classi politiche cominciano a farsi sentire per davvero. Il Presidente del Consiglio è intervenuto ad un’intervista alla Stampa, dove nel quotidiano torinese il Premier smentisce polemiche con Angela Merkel, il primo ministro tedesco. Renzi ha aperto le sue dichiarazioni dicendo che l’Italia è viva ed ora di finirla con l’ansia dei compiti a casa, visto che il mio Governo sta mantenendo tutti gli impegni, e noi su queste dichiarazioni vogliamo fare una piccola riflessione, in quanto il Governo Renzi, sta facendo cose in cui i cittadini non si ritengono d’accordo al cento per cento con l’attuale Premier: ma Renzi è messo in discussione dai cittadini? Questa è la domanda che vogliamo porre nella giornata di oggi.

Renzi ha proseguito nella sua intervista dichiarando che noi del Governo e dell’Italia chiediamo solo rispetto e bisogna quindi smetterla di pensare a un paese sempre con il cappello in mano. Il Premier apre anche alla domanda sulle polemiche con il Primo Ministro tedesco Angela Merkel, dicendo che le questioni di chiarezza sono utile non solo al nostro Paese ma a tutta l’Europa e Renzi si attacca anche al caso Ilva, dicendo che non teme vendette. Il Presidente del Consiglio parla anche della crescita di Eurostat dicendo che il Governo ha avuto tre anni a disposizione per la recessione sconosciuta in altri Paesi e ha sottolineato che il nostro Pil con Monti era del meno 2,3%, con Letta del meno 1,9% e con l’attuale Governo del meno 0,4%, aggiungendo che quest’anno si è cresciuti dello 0,8% e che per quest’anno si farà il doppio: ma sono dichiarazioni credibile? O ancora cose campate per l’aria che prendono in giro solo i cittadini italiani? Basta parole, facciamo i fatti. Si spera quest’anno in un’Italia migliore, quella che il nostro Paese non è riuscito a fare negli anni scorsi.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.








Archivi