Poletti: “Part-time agli ultra 60enni per un rilancio dell’occupazione”

Poletti, il Ministro del Lavoro, lancia questa nuova idea che riguarda tutte le persone che hanno superato i 60 anni di età

 

Poletti, idea per il futuro. Il Ministro del Lavoro ha lanciato nelle ultime ore un’idea che riguarda un contratto part-time per tutti gli ultra 60enni con stipendio al 65% e pensione a fine carriera del 100%. Questa situazione sarebbe il giusto modo, sempre secondo Giuliano Poletti, del nuovo rilancio dell’occupazione che è in netto ribasso dopo la crisi economica che ha colpito l’Italia negli anni scorsi. Questa è la ricetta giusta che verrà inserita nella Legge di Stabilità che prenderà corpo da gennaio, con l’inizio del nuovo anno, e anche se secondo il Ministro del Lavoro le risorse sono limitate, questa idea potrebbe funzionare con il Governo pronto a rafforzarla.

Tutto questo processo riguarderà i dipendenti delle aziende che si trovano a tre anni dalla pensione. Le dichiarazioni del Ministro del Lavoro sono state chiare, in quando secondo Poletti, è assurdo che un lavoratore ancora a 60 anni deve produrre una mole di lavoro come ne di anni ne avesse 30. Quindi sarebbe bene pensare di andare oltre e di un impiego meno forzato per gli ultimi anni di lavoro che restano, con un contratto part-time. La proposta di Poletti è quindi utile per modificare delle regole, dove il lavoratore ultra 60enne, percepirà il 65% del compenso, mentre lo Stato pagherà a sue spese i contributi necessari per il raggiungimento della pensione. Poletti ha poi concluso nel suo intervento, dichiarando che i risultati ottenuti fino ad oggi dal Jobs Act sono stati molto positivi, visto che siamo riusciti a passare dal periodo negativo per l’occupazione tra il 2013 e il 2014 e il segno positivo nel 2015. I contratti a tempo indeterminato sono passati dal 18 al 27% ed anche per questo che il Ministro del Lavoro ha aggiunto che il Governo sta lavorando per migliorare sempre di più questa situazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here