Home FISCO Contanti si …. fino a 3000 euro…dal primo gennaio…

Contanti si …. fino a 3000 euro…dal primo gennaio…

Dal prossimo anno pagamento in contanti permesso fino a 2.999 euro.

Aumenta il limite per il pagamento contanti. Dopo tante guerre e disservizi ai contribuenti (quelli onesti … si ritorna al passato). Con la legge di stabilità che partirà con l’inizio dell’anno nuovo novità positive per la semplicità nelle transazioni in contanti, con il limite di pagamento contanti ri-aumentato a 3000 euro:

Infatti sarà possibile dal 1-1-2016 effettuare pagamenti in contanti tra privati fino a 2999.99 euro.

Molte sono state le opinioni contrastanti tra le PMI che definiscono questo cambiamento come una manovra doverosa da parte della scena politica che è convinta possa essere una crescita superiore all’ evasione fiscale. Il limite di utilizzo del contante che sale da 999.99 euro a 2999,99 e riguarda ogni contribuente impresa o privato, pensionati.

La nuova soglia del contante esclude a priori le seguenti categorie:

  • Turisti extraeuropei, per i quali sarà previsto un limite contanti nei vari punti vendita e nelle agenzie di viaggio pari alla somma totale di 15.000 euro.
  • Europei e residenti entro i confini dello spazio economico UE, che comprende anche Norvegia, Islanda e Liechtenstein, ai quali verrà concesso un massimo di 1.000 euro.
  • Operazioni con il proprio ente bancario, che sono relative a depositi e prelevamenti, che hanno una percentuale che varia tra l’1% e il 40%, partendo da un minimo di una somma totale di 3.000 euro.

Queste sono le novità che riguarderanno i cambiamenti del pagamento contanti a partire dal nuovo anno, ma va anche sottolineato che la nuova Legge di Stabilità, prevede l’obbligo di comunicare all’Agenzia delle Entrate gli estremi dei conti correnti  nei quali saranno depositati gli incassi, con un limite di pagamento in contanti della somma totale di 3.000 euro.