Home LAVORO Call center, novità per imprese e lavoratori

Call center, novità per imprese e lavoratori

Call center e ammortizzatori sociali, molte le novità per imprese e lavoratori

Call center e ammortizzatori sociali, tutte le novità. Ci sono stati nei giorni scorsi dei chiarimenti da parte del MLPS, in seguito all’entrata in vigore del Decreto Legislativo dello scorso 12 novembre, nel quale è scritto che è stata disciplinata la concessione di misure per il sostegno del reddito, i eccezione a quanto previsto della normativa attuale, che riguarda tutti i lavoratori e sui vari dipendenti delle imprese nel settore del call center . Il Ministero del Lavoro con una circolare ha chiarito che l’integrazione dello stipendio può essere richiesta soltanto dai soggetti giuridici, che sono però qualificati come imprese.

Precisazioni importanti secondo i lavoratori dei molti call center sparsi in tutta Italia, sono state fornite dal procedimento amministrativo di accesso alla domanda. Per accedere all’indennità l’impresa deve sottoscrivere un accordo presso una sede governativa e presso la Direzione generale che tutela tutte le condizioni del lavoro e delle relazioni industriali. Subito dopo e in tempi brevi, si deve presentare la domanda di concessione al trattamento alla Direzione generale degli ammortizzatori sociali, che hanno sede a Roma, per mezzo di posta raccomandata oppure con posta elettronica certificata all’indirizzo DGammortizzatorisociali.div3@pec.lavoro.gov.it. La seguente domanda è disponibile sul sito internet riguardante il Ministero del Lavoro nell’area “Area Lavoro” e nella sezione “Ammortizzatori sociali”. Da segnalare anche l’atto dell’inoltro dell’istanza che deve essere presentata in un’unica soluzione al Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali e alle Direzioni Territoriali del Lavoro, dove l’azienda interessata indica se vuole effettuare il pagamento anticipato della indennità da parte dell’INPS, oppure il pagamento da parte della stessa azienda.