Guardia di Finanza: lavoro in nero nel mirino

La Guardia di Finanza è pronta a maxi operazione contro il lavoro nero

Guardia di Finanza all’opera. Le Fiamme Gialle sono pronte a una maxi operazione per tutti quei datori di lavoro che non effettuano la comunicazione anticipata di instaurazione del rapporto professionale al Cpi. Previste sanzioni pesanti per chi non rispetta la normativa in vigore.

La prima sanzione parte da 1.500 euro fino a 9.000 euro, in caso di impegno del lavoratore sino a 30 giorni  effettivi di lavoro; la seconda sanzione invece va da 3.000 a 18.000 euro da 31 a 60 giorni di lavoratore in nero,  mentre la terza sanzione va dai 6.000 fino ai 36.000 euro per impiego fino a 60 giorni di effettivo lavoro.

Un’altra novità importante è quella della introduzione della diffida per tutte le violazioni in relazioni alle quali si applica una maxi sanzione. Tutte le sanzioni possono essere aumentate del 20% nel caso di impiego di lavoratori stranieri senza permesso di soggiorno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here