Home ADEMPIMENTI FISCALI E AMMINISTRATIVI IVA: se pagata parzialmente è pari all’evasione

IVA: se pagata parzialmente è pari all’evasione

Se si paga l’IVA anche solo parzialmente, è considerato evasione: questo è quello che viene sentenziato dalla corte di cassazione riferendosi a fatti avvenuti nel 2010. Il contribuente in questione, infatti, aveva versato solo una parte del tributo dovuto e per questo il tribunale aveva disposto il sequestro dei suoi beni. Il ricorso al tribunale del riesame, aveva sortito una decisione a favore del contribuente, col principio che non si trattava di una evasione totale dell’IVA ma di un suo pagamento parziale, peraltro in misura nettamente minima rispetto al dovuto e per questo aveva disposto il dissequestro dei beni. La Procura aveva però presentato opposizione a questo provvedimento, ritenendo la sentenza del riesame non corretta nell’interpretazione legislativa, appellandosi, quindi, alla corte di cassazione. Questa alta corte si è infine pronunciata ponendo definitivamente termine alla vicenda: secondo la corte di Cassazione, infatti, con sentenza n° 45033 del 10 novembre 2015, il tribunale del riesame non ha considerato che il D. lgs. 74 del 2000, art 10ter stabilisce che è da ritenersi omesso pagamento dell’IVA il mancato versamento dell’importo dovuto, ancor più stabilendo che il versamento solo parziale rappresenta la consapevolezza dichiarata dell’omissione del dovuto. Per questo, la Cassazione ha annullato la sentenza del tribunale del riesame e confermato il sequestro dei beni.

Insomma, realmente pagare solo in parte l’IVA o una qualsiasi tassa non è un atto di buona volontà, mostrando di fare ciò che si può, ma è pari all’evasione in toto del dovuto al fisco. Assolutamente nulla da eccepire sulla decisione della Cassazione ma in periodi come questo, in cui si fa fatica a tirare avanti e ancora più a pagare le tasse, il punire come evasore totale chi da quello che può, intanto, non rischia di far ragionare che a questo punto se non si può pagare tutto è meglio tenersi i soldi e non pagare niente? Lo Stato dovrebbe riflettere su questo e intervenire con buon senso per il bene dei cittadini e dello Stato stesso che potrebbe avere quanto meno una riduzione dell’entità dell’evasione.