Home FISCO Legge di stabilità: Sempre più conveniente il regime dei minimi.

Legge di stabilità: Sempre più conveniente il regime dei minimi.

Con la legge di stabilità 2016 diventa ancora più conveniente il regime dei minimi.

Innalzate le soglie di ingresso di 10 mila euro rispetto alla norma attuale, mentre per i professionisti da 15 mila euro si passa a 30 mila euro.

La Legge di stabilità 2016 varata dall’esecutivo la scorsa settimana ha revisionato in meglio il regime dei minimi.

In particolare è stata aumentato il tetto di ricavi/compensi  massimo (prodotto nel 2015) di ingresso al regime dei minimi, per 10mila euro di RICAVI O COMPENSI in più rispetto alla Legge 190/2014 (Stabilità 2015) e per ogni categoria differenziata dai codici Istat.

Per i professionisti, la cui soglia pregressa di compensi era fissata a 15 mila euro, ora è stata elevata a 30 mila euro.

Rivista anche la possibilità di ingresso nel regime dei minimi per coloro che posseggono anche redditi di lavoro dipendente o assimilato e contemporaneamente svolgono attività di impresa o professione.

Dal 1° gennaio 2016 chi percepisce anche redditi da lavoro dipendente o assimilato senza il superamento di 30 mila euro lordi nel 2015, potrà accedere al regime dei minimi. Se il lordo è stato superato ma nel frattempo il rapporto è cessato ugualmente si avrà la possibilità di beneficiare del regime agevolato dei minimi.