Approvata voluntary disclosure, rientro dei capitali, e reato auto-riciclaggio.

34

Definitivo il via libera alla «voluntary disclosure», “il rientro dei capitali volontario” che diventa Legge dello Stato. Lo ha comunicato su twitter il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, aggiungendo che non è un condono in quanto chi aderisce pagherà tutte le imposte ordinariamente dovute.

Ringraziando «l’intero Parlamento» il Ministro Padoan, ha scritto che il rientro dei capitali volontario o voluntary disclosure è legge, il ministro esprime grande soddisfazione  spiegando in sintesi i contenuti del provvedimento di rientro di capitali.

COLLABORAZIONE VOLONTARIA AL RIENTRO DEI CAPITALI, ESPORTATI ALL’ESTERO.

Dice Padoan «La voluntary disclosure o rientro dei capitali è un provvedimento equilibrato ed atteso da tempo, che ha concluso l’iter parlamentare grazie alla collaborazione dei gruppi di maggioranza e all’atteggiamento costruttivo dei partiti di  opposizione, – dice il Ministro – l’intervento è innovativo, in quanto,  rispetto ai precedenti decreti, ai fini  del rientro dei capitali, non è un condono in quanto le imposte dovute si pagheranno per intero senza sconti. Chi aderirà volontariamente al “rientro dei capitali” avrà solo una riduzione delle sanzioni amministrative e penali».

Il ministro ha illustrato  che «la legge appena approvata «sul rientro dei capitali» è in linea con le “best practices internazionali” in tema di regolarizzazione dei redditi dei capitali esportati  all’estero in maniera illegale. Si  basano sulla trasparenza e lo scambio automatico di informazioni e sulla eliminazione del segreto bancario, che sono state adottate su iniziativa dell’Ocse, del G20 e dell’Ecofin durante il semestro europeo dell’Unione Europea».

Pier Carlo Padoan si augura «che tutti i contribuenti “potenzialmente interessati” al rientro di capitali volontario o voluntary disclosure,  aderiscano a questa importante opportunità per regolarizzare la propria posizione fiscale, visto lo sconto sulle pesanti sanzioni amministrative e penali. I proventi daranno linfa vitale alle povere finanze pubbliche».

Per fare un esempio per un milione di euro che si faranno rientrare in Italia volontariamente si pagheranno complessivamente euro 101.490 euro.

Il reato di auto-riciclaggio

La nuova normativa sul reato dimenticato dell’auto-riciclaggio prevede la reclusione da 2 a 8 anni e una ammenda da da 5mila a 25mila euro, per il reato di auto-riciclaggio. Ma se il patrimonio deriva da  reati puniti con pene superiori a 5 anni le sanzioni scendono con la reclusione da 1 a 4 anni e multa da 2.500 a 12.500 euro.

Previsto anche un aumento della multa per il riciclaggio.

 

(Visited 8 times, 1 visits today)

_________________________________

_________________________________



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here