" />

BCE a Napoli contestazioni semi-violente.

Ieri a Napoli sembrava essere in una una vera e propria guerriglia urbana. Molti giovani davanti alla sede dove si sono riuniti gli Stati generali della BCE.

Succede quando lo Stato dimentica i cittadini

Succede quando lo Stato dimentica i cittadini

Condanniamo l’accaduto, per i facinorosi, RITENENDOLI però tutto sommato parte offesa!

L’euro entrato in vigore nel 2002 è stato un grande affare per le Banche: come ricevere prestiti dalla BCE a tassi bassissimi ora allo 0,05%  ma continuare a erogare finanziamenti alle PMI a tassi altissimi, sicuramente non minori DEI PERIODI ANTI-CRISI.

Ora che l’andamento economico-finanziario ha distrutto il tessuto sociale, economico e finanziario di mezza Europa,  Draghi chiede le riforme per uscire dalla crisi.

Da parte nostra siamo d’accordo con il Presidente di Bankitalia Visco che ieri ha dichiarato – con stretto riferimento a Draghi e alla BCE –  che in questo grande societe delle corporazioni ci si è dimenticati dell’economia reale.

Questo è stato causa di disoccupazione, RECESSIONE E DEFLAZIONE.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.








Archivi