Home NEWS Prepensionamenti: Madia bocciata come una “dilettante allo sbaraglio”.

Prepensionamenti: Madia bocciata come una “dilettante allo sbaraglio”.

La Ragioneria dello Stato ha bocciato la proposta del Ministro “baby-bimbus” Marianna Madia: La proposta di prepensionamenti “non è operazione a costo zero, ci sono problemi di copertura”.

Usciti gli scrutini, Marianna Maria, ministro della funzione pubblica,  “è stata bocciata in Ragioneria” (dello Stato).

 Non passa l’esame con una valutazione (ritorni la prossima volta! deve studiare di più!).

La staffetta generazionale di prepensionamenti proposta dal Ministro Marianna Madia – fuor di sarcasmo – è stata scartata dalla ragioneria dello Stato in quanto non “sarebbe un’operazione senza costi“.

“Sia pur previsto un ricambio con gli anziani” dice il capo dell’ispettorato generale per la spesa sociale della Ragioneria Generale dello Stato, Francesco Massicci  “c’è uno stipendio e una pensione in più da pagare”  oltre agli anticipi sulla buona uscita ed età pensionabile «quindi un impatto di maggiori costi ESISTE, ha illustrato» sui prepensionamenti pensati dalla Madia.

Massicci ha continuato: “I prepensionamenti sarebbero a costo zero” se si manda via un dipendente con mansioni che non dovranno essere rimpiazzate,  ma la condizione viene meno se invece si manda via una figura che dovrà essere sostituita.

Ancora in riguardo ai prepensionamenti nel pubblico impiego, Massicci ha sottolineato come “per i pensionati insegnanti di matematica, resta la cattedra e dovranno essere sostituiti” e  quindi abbiamo da pagare una pensione in più, oltre allo stipendio e la buonuscita”- è matematico ndr) .

Insomma il Ministro Madia è stata oggetto di una stroncatura in piena regola, dimostra l’approssimazione con cui sono stati scelti i ministri del “Governo Bimbus Matteo”.

C’è da stare attenti con questi maestri “senza orchestra.

Insomma al Bimbus Matteo dobbiamo raccontargli questa storiella:

1) Ci sono persone “che non sanno e non sanno” di non sapere – DA EVITARE.  (Eccolo il caso di Bimbus MATTEO).

2) Ci sono persone “che non sanno e sanno” di non sapere – EDUCALE.  (Sono coscienti dei propri limiti e non fanno danni).

3) Ci sono persone “che sanno e non sanno” di sapere – SVEGLIALE. (Qui vediamo solo un esercito di auto-referenziati).

4) Ci sono persone “che sanno e sanno” di sapere – SEGUILI.  (In Italia mai esistite!).